Il tiro di polmone e il tiro di guancia rappresentano i due modi diversi in cui si può svapare: saper distinguerli permette non solo di soddisfare i propri gusti quando si usa la sigaretta elettronica, ma anche essere certi di trovare il dispositivo per svapare migliore. In particolare, lo svapo di polmone è quello che non prevede di accumulare il vapore all’interno della bocca: esso, infatti, viene aspirato direttamente all’interno dei polmoni, un po’ come si fa quando, prima di andare sotto il pelo dell’acqua, si prende aria.

Le caratteristiche dello svapo di polmone

Il tiro di polmone si articola in due fasi: nella prima si aspira direttamente, per non più di due secondi; nella seconda si espira. Lo svapo di polmone è raccomandato, tra l’altro, a coloro che hanno smesso di fumare già da qualche tempo e non sono più molto assuefatti alla nicotina. Non a caso, si suggerisce di solito di impiegare una quantità superiore ai 3 mg di nicotina, dal momento che l’hit risulterebbe eccessivo. In più, nei polmoni finirebbe una quantità esagerata di nicotina.

Come è fatto lo svapo di polmone

Quello che è alla base dello svapo di polmone è un tiro molto arioso e potente, ma soprattutto deciso: non si deve fare fatica quando si tira. Il dosaggio di nicotina è ridotto, mentre il vapore viene prodotto in quantità notevoli ed è piuttosto caldo. Sono due i vantaggi più significativi che derivano da questa modalità di svapo: il primo ha a che fare proprio con la quantità di vapore più elevata; il secondo riguarda la maggiore percezione dell’hit nei polmoni, a parità di nicotina. Per il tiro di polmone si deve puntare su sigarette elettroniche che consentano, nel corso dell’inspirazione, di aprire l’afflusso dell’aria in maniera consistente, usando potenze elevate – per un range compreso tra i 20 e i 100 watt, se non addirittura oltre – e resistenze con fori ampi sotto gli 0.5 Ohm.

LEGGI ANCHE  Casalesi in Toscana: fatture false per il riciclo del denaro

Che cosa bisogna sapere sul tiro di polmone

Prima di decidere di dedicarsi al tiro di polmone, in ogni caso, può essere utile conoscere anche i potenziali svantaggi correlati a questa modalità di svapo, che ha il grande difetto di stressare i componenti delle e-cig in misura superiore a quel che avviene con il tiro di guancia. Inoltre, sia il liquido che la batteria vengono consumati in tempi più rapidi, e la percezione degli aromi meno forti è meno intensa. Le sigarette elettroniche da usare devono essere in grado di generare non meno di 20 Ampere e non meno di 50 watt. Si possono usare atomizzatori non specifici e resistenze più elevate per il tiro di polmone, con una maggiore apertura del flusso di aria, ma è bene essere consapevoli che l’hit non sarà lo stesso.

Il tiro di guancia

La tecnica del tiro di guancia è quella che viene adoperata nella maggior parte dei casi da coloro che usano la sigaretta elettronica per la prima volta. Si tratta, infatti, del metodo che viene più naturale e più spontaneo, visto che si basa sul ritmo fisiologico della respirazione: insomma, è una tecnica che viene applicata in modo quasi inconscio. Ma come funziona di preciso? Il vaper che ricorre al tiro di guancia contrae le guance per tirare una boccata di vapore e si riempie la bocca; quindi inspira. In questo modo il vapore va giù in gola, per poi essere espulso al momento dell’espirazione.

LEGGI ANCHE  Usa, Trump annuncia 'transizione ordinata' dopo la proclamazione della vittoria di Biden,

Le caratteristiche dello svapo di guancia

Mentre il tiro di polmone si articola in due tempi, come si è visto, nel caso dello svapo di guancia i tempi sono tre. Chi ricorre a questa soluzione ha la possibilità di svapare in maniera tranquilla e rilassata. Se lo svapo viene effettuato tenendo i denti stretti, si ha una percezione gradevole, dal momento che si accresce l’attrito dell’aria che viene inspirata sulla superficie della lingua. Di conseguenza l’aroma può essere assaporato in modo più efficace, a maggior ragione nel caso in cui sia delicato. I principianti prediligono lo svapo di guancia, ma non solo i soli: questa tecnica è raccomandata anche a coloro che vogliono assaporare al massimo gli aromi. Inoltre, tale tecnica consuma meno batteria e meno liquido, oltre a generare meno vapore.

Dove comprare le migliori sigarette elettroniche

Che si opti per lo svapo di guancia o quello di polmone, il migliore e-commerce in cui comprare le sigarette elettroniche resta sempre Volari.it: qui è possibile trovare, a prezzi davvero convenienti, tutti i migliori brand di e-cig, da Joyetech a Smoktech, passando per Geekvape ed Eleaf, senza dimenticare Aspire. Non mancano, poi, gli aromi più celebri, tra i quali vale la pena di citare Vaporart e Dea Flavour. Il catalogo viene aggiornato e ampliato in maniera costante per garantire un’offerta sempre ai migliori livelli.

Pomigliano, incendia rifiuti: denunciato 67enne

Notizia Precedente

Napoli: Controlli anti-covid dei Carabinieri. Denunciato un 29enne positivo e chiuso un bar

Prossima Notizia

Iscriviti alla Newsletter per leggere le ultime notizie


Ti potrebbe interessare..