Seguici sui Social

Cronaca Nera

Rapina una pizzeria e spara per coprirsi la fuga, ferisce due persone: arrestato

PUBBLICITA

Pubblicato

il

rapina pizzeria

Rapina una pizzeria e spara per coprirsi la fuga. ferisce due persone ma viene bloccato da carabiniere libero dal servizio. In manette 56enne.

E’ entrato in una pizzeria di Via Paolo Borsellino a Casandrino, arma in pugno, e ha portato via i contanti che erano in cassa. Uno dei proprietari ha provato a fermarlo e si è beccato un colpo di pistola di striscio alla mano.Il rapinatore è fuggito e per coprirsi la ritirata ha esploso altri colpi contro il proprietario che lo ha inseguito. I proiettili hanno danneggiato un’auto in sosta e un contatore del gas di un’abitazione.

Un altro colpo è stato esploso e ha ferito di striscio anche un altro dipendente della pizzeria che si era messo sulle sue tracce.
Vincenzo Marrazzo, 56enne del posto e già noto alle forze dell’ordine, ha terminato la sua rocambolesca fuga quando un carabiniere libero dal servizio, allertando prima il 112, lo ha bloccato. E’ così finito in manette, arrestato dai carabinieri della sezione radiomobile di Giugliano, intervenuti pochi istanti dopo.

LEGGI ANCHE  Benevento, pirata della strada travolge ciclista: arrestato pregiudicato

Sequestrata la pistola, una semiautomatica cal. 9x21mm con matricola abrasa e 4 colpi ancora nel serbatoio. Recuperata la somma sottratta all’attività commerciale, circa 330 euro. Marrazzo dovrà rispondere di rapina aggravata e tentato omicidio.



Continua a leggere
Pubblicità

Boscoreale e Boscotrecase

Boscoreale, esplode bomba carta davanti casa di un pregiudicato

Pubblicato

il

foto dal web

Boscoreale, esplode bomba carta davanti casa di un pregiudicato

Una potente bomba carta e’ stata fatta esplodere la scorsa notte a Boscoreale  alle nei pressi dell’abitazione di un pregiudicato, Antonino Cesarano, 29 anni, detto “o’ mericano”, sorvegliato speciale con precedenti per droga con obbligo di residenza a Boscoreale.

L’esplosione ha danneggiato il cancello di ingresso dell’abitazione e un’auto parcheggiata. Ad indagare sull’episodio sono i carabinieri di Torre Annunziata che non escludono alcuna pista investigativa.

Continua a leggere

Le Notizie più lette