Pompei, piange il campione di body bulding morto di covid a 45 anni
foto: Carlo Puzzilli facebook Culturismo italiano


Pompei piange Salvatore Solimeno, il campione di body bulding morto di covid a 45 anni.

Appassionato di Body Building, milita nel campo agonistico dal 1999. Laureato in Scienze delle Attività Motorie e Sportive con specializzazione in attività motorie preventive ed adattative, il noto builder, affetto da talassemia, era ricoverato all’ospedale Fatebenefratelli di Napoli, dove è deceduto nel tardo pomeriggio di ieri.

La notizia della sua scomparsa ha fatto subito il giro della città provocando un grande cordoglio non solo tra gli appassionati sportivi. Salvatore è la decima vittima del Covid della città di Pompei. È stato un campione dello sport ma soprattutto un campione nella vita: due lauree (biologia e scienze motoria), biologo stimato, affermato coach che ha favorito le vittorie di molti atleti.


Iscriviti alla Newsletter per leggere le ultime notizie

Picchia il padre perchè non si vuole intestare la sua multa: arrestato 28enne

Notizia Precedente

Musica. Torna sulla scena Pino D’Angiò con un nuovo album

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..