Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Coronavirus

Muore carabiniere di Teano positivo al Covid: fatale la polmonite

Pubblicità'

Pubblicato

il

teano,covid,carabiniere


Pubblicità'

Lutto nell’Arma dei Carabinieri: il coronavirus ha ucciso infatti il Luogotenente Pasquale Licciardi di Teano, addetto all’Ufficio Operazioni del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri.

Fatale una polmonite causatagli dall’infezione da Covid-19: Licciardi, 53 anni compiuti a settembre, lascia una moglie e una figlia. “Il Comandante Generale Giovanni Nistri e tutta l’Arma dei Carabinieri si stringono compatti intorno alla famiglia”, si legge in una nota dell’Arma, che ricordano il luogotenente deceduto, ultima vittima in ordine di tempo tra le forze dell’ordine campane del coronavirus. “Una vita dedicata al dovere, alle Istituzioni, e alla propria famiglia, finché oggi il virus si è portato via il suo respiro per sempre”, spiega la nota, “Il suo ricordo resterà vivo nella memoria di tutti i Carabinieri e di coloro che l’hanno conosciuto.

“Esprimo alla moglie e alla figlia di Pasquale le mie sentite e profonde condoglianze. Oggi ci ha lasciato un uomo delle Istituzioni, un Carabiniere che nei suoi 29 anni di servizio ha sempre svolto il proprio incarico con spirito di abnegazione e totale disponibilità verso i cittadini”, rende noto invece il Sottosegretario alla Difesa, Giulio Calvisi, dopo aver appreso la triste notizia della scomparsa, a causa delle complicanze di una polmonite da coronavirus, del Luogotenente Pasquale Licciardi, Addetto all’Ufficio Operazioni del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri.

“Sono vicino al Generale Giovanni Nistri e a tutta l’Arma dei Carabinieri per la perdita di un valido Sottufficiale, che ha lottato con forza contro questo virus. Una battaglia che le nostre Forze Armate e tutto il Paese stanno combattendo mettendo in campo tutte le risorse necessarie”, ha concluso Calvisi.

 

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

Covid:22 suore positive in istituto religioso di Torre Annunziata

Pubblicato

il

covid suore
foto di repertorio

Ventidue suore positive al Covid-19: focolaio nell’istituto religioso Mazzarello di Torre Annunziata.

A comunicare l’esito dei test all’amministrazione comunale della citta’ vesuviana e’ stata l’Asl Napoli 3 Sud: tra le suore contagiate, ce ne sono sei ultranovantenni, mentre le altre hanno tutte piu’ di 80 anni: nessuna al momento presenta sintomi tali da richiedere l’ospedalizzazione e tutte sono state poste in isolamento nella struttura di via Cavour.

Le 22 suore positive rientrano tra i 31 nuovi casi di contagio segnalati dal sindaco Vincenzo Ascione e relativi alle ultime 48 ore. Nello stesso lasso di tempo sono state registrate anche 41 guarigioni. Si attesta a 338 il numero complessivo dei cittadini attualmente positivi, con 14 persone che risultano ricoverate.

Pubblicità'

Le Notizie più lette