Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Caserta e Provincia

Il sindaco di Aversa vieta le piazze della movida

Pubblicità'

Pubblicato

il

aversa,vieta le piazze della movida


Pubblicità'

Piazze vietate ad Aversa, con divieto di consumare cibi e bevande per strada o di stazionare in piu’ di due persone.

E’ quanto previsto dall’ordinanza emessa dal sindaco Alfonso Golia, che tenta in questo modo di contenere la diffusione del contagio, che nelle seconda citta’ della provincia sta correndo veloce, con quasi 900 persone attualmente positive (895), record nel Casertano, e otto persone decedute da inizio pandemia; non e’ stato risparmiato neanche il Commissariato della Polizia di Stato, che ha chiuso per qualche giorno a causa dell’alto numero di contagi. Il sindaco piu’ volte aveva lamentato la presenza soprattutto di tanti giovani per strada, in particolare nelle piazze della movida, a dispetto di divieti e raccomandazioni. Ora ha rotto gli indugi passando alle vie di fatto, e vietando la circolazione nel centro: saranno infatti interdette al pubblico, dalle 18 alle 22 e fino al 14 novembre prossimo, piazza Paul Harris, piazza Principe Amedeo (limitatamente all’area della villa comunale), piazza Vittorio Emanuele, via Seggio, Piazzetta Lucarelli e Strada San Paolo.

L’ordinanza comunale vieta inoltre la vendita con asporto di bevande alcoliche e analcoliche dalle 18, la consumazione in ogni ora del giorno di cibi e bevande in strada (eccezion fatta per l’acqua); si puo’ infine stazionare al massimo in due persone (le eccezioni riguardano i familiari e i conviventi). “Come tutti voi – scrive Golia su Facebook in un messaggio in cui spiega la genesi dell’ordinanza – anche io sono rimasto un po’ sorpreso nell’apprendere della Campania in area gialla. Badate bene: non mi auguravo certo il ‘peggio’, ma il contagio corre. Ho atteso quindi le comunicazioni e le precisazioni del Governo; ho aspettato le consuete comunicazioni del Presidente De Luca per conoscere la posizione della nostra Regione. Un forte richiamo, che condivido, a ridurre almeno del 50% la mobilita’ nei comuni”.

Continua a leggere
Pubblicità

Caserta e Provincia

Napoli, chiede soldi in cambio di superamento esame: sospeso docente universitario

Pubblicato

il

Napoli soldi esame universitario
foto di repertorio

Napoli, chiede soldi in cambio di superamento esame: sospeso docente universitario

Soldi in cambio del superamento di un esame universitario, con tanto di volto più alto, e dell’anticipo della seduta di laurea. Con l’accusa di “tentata induzione indebita a dare o promettere utilità” i carabinieri del gruppo di Aversa stamani hanno eseguito una misura interdittiva della sospensione dell’esercizio di un pubblico ufficio, nei confronti di un 67enne, docente ordinario dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Napoli Nord, supportate dalle intercettazioni telefoniche e riscontrate anche da elementi forniti da persone informate sui fatti, hanno consentito di ricostruire un grave quadro indiziario nei confronti dell’indagato. Secondo l’ipotesi accusatoria, avvalorata dal giudice per le indagini preliminari, il professore, abusando della propria posizione, intraprendeva autonomamente una trattativa con uno studente universitario, nonostante non gli fossero state avanzate richieste da parte di quest’ultimo. In particolare, prospettando allo studente la possibilità di poter anticipare la propria seduta di laurea rispetto ad altri suoi colleghi e assicurandogli anche il superamento dell’esame che avrebbe dovuto sostenere con lui con un voto più alto, il docente cercava di indurre lo studente a promettergli, quale corrispettivo, somme di denaro.

Dopo aver in più occasioni reiterato le proprie richieste, il professore, intuite anche le resistenze dello studente, riferiva, falsamente, a questi che non aveva superato l’esame appena sostenuto, nel tentativo estremo di indurlo ad accettare. Ottenuto l’ennesimo rifiuto, il docente attestava, infine, il superamento dell’esame da parte dello studente che provvedeva, invece, a denunciare l’intera vicenda ai carabinieri.

Pubblicità'

Le Notizie più lette