Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy



Cronaca Napoli

Il Dg del Cardarelli: ‘Video deplorevole, indagine in corso’

Pubblicato

il

video cardarelli


Il Dg del Cardarelli: ‘Immagini deplorevoli, indagine in corso. Ma un forte afflusso non significa abbandono dei pazienti. Quella persona è entrata in bagno autonomamente. Faremo chiarezza su tutto”.

 

“La cosa piu’ deplorevole e’ probabilmente il video che ieri e’ passato su tutti i canali di informazione. Che un decesso avvenga in un bagno e’ una notizia che probabilmente deve essere diffusa, e’ giusto sapere determinate notizie. Ma e’ deplorevole la modalita’ con cui e’ stata data la comunicazione. In modo particolare e’ deplorevole aver registrato e diffuso il video su tutti i canali. Per la nostra azienda la vita e’ sacra dall’inizio alla fine. La persona per noi e’ al centro del nostro sistema di assistenza”. Lo dice il direttore generale dell’azienda ospedaliera Cardarelli di Napoli, Giuseppe Longo commentando, in un videomessaggio diffuso ai media, il decesso di un paziente nel bagno del pronto soccorso del nosocomio e il video nel quale viene ripreso il corpo senza vita dell’uomo accasciato a terra. “Ieri – aggiunge il dg – ho disposto che la direzione sanitaria eseguisse un’indagine interna, che e’ gia’ partita e a breve si concludera’, per poter accertare tutto e raccogliere informazioni su chi possa avere ripreso il paziente ormai deceduto. È chiaro che gli esiti dell’indagine saranno trasmessi alle autorita’ competenti per il seguito della loro azione”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: In rete video di un paziente Covid morto in un bagno del Cardarelli, l’ospedale: ‘Si strumentalizza’ 

“L’afflusso notevole di pazienti nel pronto soccorso ha diversi significati. Da una parte c’è questa grande disponibilità del pronto soccorso nell’accogliere e nell’assistere chiunque accede e dall’altro non significa per nulla un abbandono dei nostri pazienti. I pazienti sin dall’ingresso vengono seguiti, valutati, sottoposti agli esami diagnostici e alle terapie. In questo caso il paziente autonomamente dalla zona Sospetti dove era ricoverato è andato in bagno e lì ha trovato purtroppo la morte”.  Ha spiegato Longo. E poi ha aggiunto: “È da elogiare il grande sforzo che tutti gli operatori, medici, infermieri, tecnici, oss, stanno in questo momento fornendo con turni massacranti. I nostri operatori salvano continuamente vite umane, ne seguiamo sia tutte le patologie dell’emergenza urgenza, sia dell’alta specialità, e in questo momento tutte le diverse patologie dei pazienti affetti da Covid”.

“Voglio esprimere a nome mio e di tutta l’azienda – sottolinea Longo – la vicinanza alla famiglia per questo grave dolore che l’ha colpita. Già nella giornata di ieri abbiamo contattato la famiglia e come azienda e personalmente rimaniamo disponibili per qualsiasi altro chiarimento. Il pronto soccorso del Cardarelli da sempre, e quindi anche in questo periodo di pandemia, gestisce i maggiori afflussi di pazienti. È chiaro che in un periodo di pandemia gli afflussi sono particolarmente sostenuti, anche perché il Cardarelli ha sempre rappresentato per la regione Campania l’ospedale di riferimento. I pazienti vengono sia con i mezzi del 188, ma la maggior parte arriva con mezzi propri e questo esprime proprio la volontà dei cittadini di individuare il Cardarelli come ospedale di riferimento”.

 

 

Continua a leggere
Pubblicità

Calcio Napoli

Napoli, il San Paolo diventerà ‘Stadio Maradona’: lunedì la proposta formale

Pubblicato

il

stadio maradona

Napoli, il San Paolo diventerà ‘Stadio Maradona’: lunedì la proposta formale.

“In qualità di presidente della Commissione Toponomastica, ho il piacere e l’onore di annunciare alla città che, di concerto con il Sindaco e con l’assessora alla Toponomastica Alessandra Clemente, sentito anche il Prefetto per la deroga alla regola dei 10 anni dalla morte, abbiamo deciso di intitolare lo Stadio della città di Napoli a Diego Armando Maradona!”.

Lo sostiene con un post su Facebook la consigliera comunale partenopea Laura Bismuto. “Convocherò già per lunedì una commissione per formalizzare la proposta”. “Lo abbiamo detto e lo faremo. Subito! Per ora, luci accese in casa tua. Per illuminare il ricordo di te e dei momenti meravigliosi che hai donato alla nostra Napoli! Ciao Diego. Napoli non ti dimenticherà più”, aggiunge.

 

Continua a leggere

Calcio Napoli

Hamsik: ‘Domani prima della partita del Napoli luci e candele alle finestre per ricordare D10s’

Pubblicato

il

hamsik maradona

“Domani 26 novembre, alle 20:45, Napoli ricorda Diego Armando Maradona.

Prima della partita, metteremo alle finestre luci e candele per D10S, e alle 21:00, dopo il minuto di silenzio, faremo partire da ogni finestra di Napoli il piu’ grande applauso mai sentito nella storia della citta’. Grideremo il nome di Diego per far sentire al mondo che non lo dimenticheremo mai, che Diego e’ il nostro figlio e fratello piu’ amato. Inoltrate e condividete a tutti i Napoletani. Forza Diego Per Sempre!!!”. ha scritto sul suo profilo Instagram, Marek Hamsik, ex capitano del Napoli.

Continua a leggere

Le Notizie più lette