Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy



Coronavirus

Coronavirus, Cetara: le azioni del sindaco Della Monica

Pubblicato

il

corinavirus cetara sindaco


Coronavirus, Cetara. Per l’emergenza Covid-19, il sindaco di Cetara comunica ai cittadini del comune costiero ulteriori restrizioni e dichira: “Le nostre azioni faranno la differenza”

 

 

Cari concittadini,

è doveroso comunicarvi le ulteriori restrizioni necessarie al contenimento dei contagi:
i bar e i ristoranti di Cetara saranno chiusi fino a venerdì 13 novembre, ad eccezione delle consegne a domicilio e dell’asporto, consentite entro le ore 21. Resteranno chiusi, fino alla stessa data, anche i parrucchieri.
E’ stata una scelta sofferta, ma necessaria per tutelare la salute dei miei concittadini, condivisa dagli attori in questione che ringrazio per la loro sensibilità e disponibilità.

Stiamo affrontando un periodo molto difficile, uno dei più gravosi di questo 2020, poiché il Coronavirus ha colpito parecchi nostri compaesani, ormai giunti a quota cinquanta.
Sono giornate di ansia, molto dure e faticose per tutti noi, ma dobbiamo combattere per tornare alle nostre normali vite quotidiane. Al momento, le uniche armi che abbiamo per frenare la diffusione del virus, sono il nostro senso di responsabilità e i giusti comportamenti. È per questo che vi esorto a fare un ulteriore sacrificio, fino al 15 novembre, cercando di restare il più possibile a casa e di uscire solo per lo stretto necessario.
Evitiamo di recarci presso le abitazioni di familiari e/o amici, se non per condizioni di necessità; cerchiamo di uscire solo per la spesa quotidiana; non restiamo a lungo in strada a parlare con amici e conoscenti. È un sacrificio che vi chiedo per cercare di porre un freno alla corsa del virus.

Per tutti coloro che devono affrontare la quarantena e non hanno la possibilità di isolarsi nelle proprie abitazioni, sono state messe a disposizione, a titolo gratuito, case vuote e camere di B&B del nostro paese; per poter usufruirne è possibile contattare la Protezione Civile di Cetara al numero 089 9355570.
Con le regole che ci indicano i DPCM e le Ordinanze regionali e comunali ma, soprattutto, con le nostre azioni responsabili, sono sicuro che supereremo al più presto questo difficile momento e torneremo a vivere pienamente il nostro bellissimo paese.

Grazie per la collaborazione.
Insieme nel rispetto delle regole ce la faremo
Il Sindaco,
Dott. Fortunato Della Monica

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

Covid, allarme dei sindaci: emergenza nel Vallo di Diano

Pubblicato

il

covid vallo di diano

La carenza di personale ospedaliero medico e piu’ in particolare infermieristico del reparto Covid-19 di Polla, il potenziamento del personale U.S.C.A. sul territorio e l’ autorizzazione a svolgere l’attivita’ ambulatoriale in concomitanza a quella di cura dei pazienti Covid-19.

Sono alcuni degli argomenti contenuti in un documento condiviso dai 19 sindaci del Vallo di Diano, in provincia di SALERNO, ed inviato al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ed ai vertici dell’ASL SALERNO. I primi cittadini, nello stesso documento, evidenziano in maniera dettagliata le numerose criticita’ della sanita’ ospedaliera e territoriale aggravate dallo stato emergenziale pandemico in cui versa il Vallo di Diano. Il documento si chiude con la richiesta del potenziamento immediato del personale medico ospedaliero di Polla dei reparti di broncopneumologia, neurologia, pediatria e di anatomia patologica.

Continua a leggere

Coronavirus

Covid, sono 25.853 nuovi casi oggi in Italia: l’indice scende all’11,2%

Pubblicato

il

covid

Nelle ultime 24 ore si registrano in Italia 25.853 casi di Covid, a fronte di 230.007 tamponi processati. Ieri i casi erano stati 23.232 con 188.659 tamponi.

L’indice di positività passa quindi dal 12,3% all’11,2 per cento. I decessi sono invece 722 (ieri 853, picco nella seconda ondata) per un totale di 52.028. I ricoverati con sintomi sono 34.313 (in calo di 264 unità), le persone in terapia intensiva 3.848 (in aumento di 32), quelle in isolamento domiciliare 753.536, il totale degli attualmente positivi 791.697 mentre i dimessi/guariti sono in totale 637.149.  Per quanto riguarda l’andamento nelle varie regioni, si contano 5.173 nuovi casi in Lombardia, 2.878 in Piemonte, 2.815 in Campania. Da ieri si contano 31.819 guariti, il totale sale a 637.149.

Sono 31.819 in più rispetto a ieri i guariti dal Covid-19 nelle ultime 24 ore. Il totale balza così a 637.149 dall’inizio della pandemia. È quanto emerge dal bollettino del ministero della Salute. Ieri erano stati 20.837.

Sono 6.689 in meno rispetto a ieri gli attualmente positivi al Covid in Italia. Il dato complessivo è di 791.697.Ricoverati con sintomi di Covid in calo per il secondo giorno consecutivo in Italia. Sono 264 in meno rispetto a ieri per un totale di 34.313. In aumento, invece, i pazienti in terapia intensiva: sono 32 in più rispetto a ieri, con 3.848 nostri connazionali ricoverati. Sono i dati contenuti nel bollettino del ministero della Salute.

Continua a leggere

Le Notizie più lette