Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Area Vesuviana

Chiedeva un “sussidio” per i detenuti a nome del clan Ianuale: arrestato 65enne

Pubblicato

il

clan ianuale,sussidio per i detenuti


Chiedeva un “sussidio” per i a nome del : arrestato 65enne a .

In data odierna, a , i Carabinieri della Sezione Operativa del N.O.R. della locale Compagnia hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere – emessa dall’Ufficio G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia del capoluogo partenopeo – nei confronti di 1 indagato (65enne), gravemente indiziato di una tentata estorsione aggravata dal cd. metodo mafioso, avvenuta a , nell’ottobre 2019, in danno del committente di alcuni lavori edili destinati a civili abitazioni, mediante il ricorso a reiterate minacce veicolate agli operai della ditta.
L’indagine, in particolare, ha consentito di:
– ricostruire l’effettiva richiesta estorsiva veicolata all’indirizzo del committente dei lavori (inizialmente stimata in 3000 euro e poi portata a 1000 euro), per come emerso, prospettata alle vittime quale sussidio da destinare ai ;
– appurare che l’attività estorsiva non si sia concretamente consumata a seguito del diniego della vittima e della sua conseguente decisione di denunciare;
– documentare le modalità utilizzate dall’indagato che, con più azioni consecutive, contraddistinte dal ricorso a minacce, si avvalevano della forza intimidatrice promanante dall’associazione camorristica denominata clan “IANUALE” operante in .
L’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale di Napoli – Secondigliano.

Area Vesuviana

Fuochi d’artificio per festeggiare la nascita della figlia: denunciati a Torre Annunziata il padre fuochista e alcuni curiosi

Pubblicato

il

fuochi d'artificio,torre annunziata
foto di repertorio

Fuochi d’artificio per festeggiare la nascita della figlia: denunciati a Torre Annunziata il padre fuochista e alcuni curiosi.

Controlli dei Carabinieri a Torre Annunziata e Terzigno: chiusi due bar e denunciato 27enne per esplosione fuochi d’artificio
Continuano senza sosta i controlli dei Carabinieri, nell’ambito di servizi disposti dal Comando Provinciale di Napoli. Massima attenzione a Torre Annunziata, dove i militari della locale compagnia hanno identificato 56 persone e controllato 31 veicoli.
Denunciato un 27enne incensurato del Rione Provolera per accensione pericolosa di fuochi d’artificio in pieno centro abitato. 100 i fuochi esplosi in più batterie in Via Parini per festeggiare la nascita della figlia. Alcuni dei curiosi presenti sono stati sanzionati per la violazione delle norme anti-contagio.
In corso Umberto, ancora a Torre Annunziata, i carabinieri hanno sanzionato il titolare di una Caffetteria perché sorpreso in attività di ristorazione diversa dall’asporto. Il bar è stato temporaneamente chiuso. Stessa sorte per un locale in Via Passanti Nazionale a Terzigno.
9 le sanzioni complessivamente notificate per violazioni alla norma anti covid, gran parte delle quali per spostamenti tra comuni non giustificati e assenza dei dispositivi di protezione individuali.

Le Notizie più lette