Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Campania

Spose in borghese e turn over tra gli invitati per aggirare De Luca

Pubblicato

il

spose ordinanza de luca


Spose in borghese e invitati che si alternano al banchetto di nozze pur di rientrare nei limiti anti contagio imposti dal presidente della Campania, Vincenzo De Luca, per le cerimonie pubbliche.

L’ annuncio del presidente, venerdi’ pomeriggio a poche ore da numerosi matrimoni in programma per il fine settimana, ha gettato nel panico decine di coppie costrette a rivedere l’intera organizzazione a partire proprio dal numero di persone invitate. A rendere note soluzioni ed escamotage messe in campo dagli sposi sono stati i fotografi di cerimonia che oggi in Piazza del Plebiscito a NAPOLI, hanno manifestato contro i provvedimenti a danni del settore e per chiedere un sostegno economico alla categoria da messi soffocata dall’emergenza dovuta al Covid.

“Il problema principale era il numero di invitati al ristorante – ha spiegato uno dei fotografi che ha condiviso con altri quanto accaduto – ed allora c’e chi come i miei clienti, ha spostato il banchetto in locali sulla costa laziale. Un’altra coppia prima di entrare al ristorante ha fatto all’esterno il taglio della torta e poi tolti gli abiti nuziali hanno continuato, in borghese, il pranzo come semplici clienti”. I fotografi raccontano di un’ altra coppia che ha condiviso parte della giornata con i parenti stretti, sempre rispettando il limite dei trenta, che poi ad una certa ora, come accade in fabbrica quando c’e’ il cambio turno, lasciato il ristorante si sono alternati con altrettanti invitati. “E’ mortificante mettere in atto espedienti pur di festeggiare quello che dovrebbe essere il giorno piu’ bello per una coppia di giovani ed e’ ridicolo che un ristorante che ha una capienza in sicurezza di decine di posti non possa ospitare un matrimonio – si lamenta un fotografo – quanto deciso da De Luca e dopo condiviso anche dal Governo, ha come unico risultato soffocare ancora di piu’ il settore del ‘wedding’ al quale sono collegate decine di attivita’ e migliaia di lavoratori”.

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

I medici dell’ospedale del Mare a De Luca: ‘Abbiamo buste dei rifiuti al posto dei calzari’

Pubblicato

il

ospedale del mare calzari
foto di repertorio

I medici dell’ospedale del Mare a De Luca: ‘Abbiamo buste dei rifiuti al posto dei calzari’.

“Caro presidente noi anestesisti rianimatori non possiamo permettere che un uomo delle istituzioni lasci intendere che vi sia qualcuno che non fa il proprio dovere: non si puo’ lasciar intendere, si deve eventualmente punire altrimenti si diventa complici! Tutte le telefonate della Centrale Operativa Regionale sono registrate, quindi il compito di controllo e’ estremamente semplice!”. Lo affermano i rianimatori dell’Ospedale del Mare in una lettera aperta indirizzata al governatore della Campania, Vincenzo De Luca, dopo le sue dichiarazioni sui medici ‘farabutti’ nella diretta Facebook di ieri.

“Noi non possiamo permettere – aggiungono – che le istituzioni gettino discredito su una categoria creando sfiducia nel rapporto medico-paziente-parenti, soprattutto in questi giorni in cui le comunicazioni avvengono a distanza, e circolano tante “fake news” sul nostro operato anche sostenute da politici e pseudo-scienziati. Da mesi oramai che segnaliamo, anche per via ufficiale, tutte le carenze strutturali, organizzative, e di risorse umane. Noi abbiamo utilizzato sempre i canali istituzionali, non ci siamo affidati alla stampa o ad una diretta Facebook. Lei invece ama i tafferugli mediatici. Dal momento che le nostre denunce non hanno ottenuto riscontro, vorremmo cogliere l’occasione per chiederlo direttamente a Lei: lo sa che da circa una settimana i nostri copricalzari sono stati sostituiti da sacchetti della spazzatura? Lo sa che non abbiamo sistemi di monitoraggio avanzato?”.

I medici dell’Ospedale del Mare di Napoli nella loro lettera a De Luca sottolineano: “E’ consapevole del fatto che nel nostro Covid center non esiste un radiologo di guardia, bensi’ e’ il radiologo di turno in ospedale che deve allontanarsi per venire ad eseguire gli esami necessari? E’ consapevole che negli angusti moduli che voi avete acquistato non possono lavorare in sicurezza circa 50 persone per turno senza creare pericolosi assembramenti? Lo sa che molti degli infermieri assegnati alle nostre Terapie intensive Covid non ha alcuna esperienza in area critica?

Crede veramente che ognuno di quei 6 moduli possa contenere 16 pazienti, come comunicato al Ministero della Salute, quando a stento ne riesce a contenere la meta’? Potremmo continuare a fare la lista delle vostre macroscopiche mancanze, fino alla fine di questa pandemia, ma preferiamo tornare a lavoro”. “Sceriffo – concludono – per cortesia, per una volta riponga la pistola nella fondina, e metta giu’ il cappello di fronte a chi sta facendo sacrifici enormi per non fare affondare la barca!”.

 

Continua a leggere

Coronavirus

Covid, 2729 nuovi casi oggi i Campania e 34 morti in due giorni

Pubblicato

il

covid nuovi casi campania
foto di repertorio

Sono 2.729, di cui 2.461 asintomatici, i nuovi casi di Covid in Campania, dove sono stati effettuati 22.007 tamponi.

I deceduti sono 49 (34 nelle ultime 48 ore e 15 in precedenza ma registrati ieri), con il totale che sale a 1.595. Sono 2.279 invece i guariti (totale 45.693). I posti letto di terapia intensiva occupati sono 186 su 656, quelli di degenza 2.164 su 3.160.

Questo il bollettino di oggi:
Positivi del giorno: 2.729
di cui:
Asintomatici: 2.461
Sintomatici: 268
Tamponi del giorno: 22.007
Totale positivi: 151.671
Totale tamponi: 1.552.810
​Deceduti: 49 (*)
Totale deceduti: 1.595
Guariti: 2.279
Totale guariti: 45.693
* 34 deceduti nelle ultime 48 ore e 15 deceduti in precedenza ma registrati ieri
​Report posti letto su base regionale:
Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 186
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 2.164
** Posti letto Covid e Offerta privata

Continua a leggere

Le Notizie più lette