pompei vigilante positivo scavi


Pompei, vigilante positivo agli Scavi: i sindacati scrivono all’Asl.

 

Un vigilante del sito archeologico di Pompei contagiato dal Covid-19 e altri due dipendenti ”casi sospetti” di infezione da Coronavirus tra il personale della societa’ Ales che e’ in servizio a Pompei. Sono i casi segnalati dai sindacati Cgil, Cisl, Uil, Flp e Unsa che in una lettera inviata ai vertici della Soprintendenza chiedono informazioni certe e le misure adottate o in via di adozione per limitare i contagi.

”In tutti i casi, sia accertati che sospetti, di infezione da Coronavirus – scrivono i sindacati – si tratta di soggetti che hanno avuto continui contatti con personale di ruolo e non, e anche con l’utenza”.

LEGGI ANCHE  In Campania si torna a scuola in maniera graduale dall'11 gennaio

 

Quindi chiedono anche ”se sia stata coinvolta l’Asl competente, al fine di tutelare la salute dei lavoratori del Parco”, facendo presente che da due mesi la Soprintendenza e’ gestita da ”un direttore ad interim”




Iscriviti alla Newsletter per leggere le ultime notizie

Da Napoli a Saviano per truffare anziani: arrestata 27enne

Notizia Precedente

Afragola: in giro per compiere furti, i cittadini avvertono i Carabinieri: arrestato un 49enne

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..