Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Napoli

Napoli, rapinano due turiste ai Decumani: inseguiti e arrestati

Pubblicato

in

napoli rapinano turiste ai decumani


Napoli. Rapinano due turiste ai : inseguiti e arrestati 3 giovanissimi.

Ieri sera i Falchi della Squadra Mobile di Napoli, durante un servizio di contrasto ai reati predatori, nel transitare in via Seggio del Popolo hanno udito delle urla ed hanno visto tre giovani, uno dei quali brandiva una pistola, in sella a un motoveicolo con targa coperta che stavano rapinando due donne e che, alla loro vista, si sono dati alla fuga disfacendosi dell’arma.

I poliziotti, dopo un lungo inseguimento, hanno raggiunto e bloccato i tre malviventi in via Giovanni Paladino ed hanno recuperato due cellulari e la somma di 300 euro che sono stati restituiti alle vittime.

Antonio De Biase, Pasquale Castiglia e S.N., di 19, 18 e 17 anni, napoletani con precedenti di polizia, sono stati arrestati per rapina aggravata e resistenza a Pubblico Ufficiale; inoltre, il 19enne è stato denunciato per guida senza patente poiché mai conseguita.

Pubblicità

Primo Piano

Si torna a sparare a Napoli: pregiudicato ferito a Ponticelli

Pubblicato

in

Si torna a sparare a Napoli: pregiudicato ferito a Ponticelli.

Si torna a fare fuoco a Ponticelli, quartiere orientale di Napoli. Un pregiudicato di 50 anni, Luigi Aulisio, e’ stato ferito da diversi colpi di pistola ed e’ ricoverato in prognosi riservata all’ospedale a Villa Betania. Attualmente e’ in prognosi riservata.

Continua a leggere

Primo Piano

A Napoli l’ospedale San Giovanni Bosco diventa covid center

Pubblicato

in

san giovanni bosco

“La conversione dell’ospedale San Giovanni Bosco in ospedale interamente dedicato al covid sara’ una svolta positiva. Li’ ci sono tutti i medici specialistici e sara’ un hub fondamentale per i pazienti che hanno comorbilita’”.

Lo afferma Giuseppe Galano, responsabile del 118 a Napoli. “Ero sempre stato convinto – ha spiegato Galano – che il Cotugno non puo’ essere l’unico pronto soccorso attivo esclusivamente sul covid, ce ne voleva un altro. I pazienti arrivano in ospedale affetti da covid ma anche con una serie di altre patologie, e avere un ospedale dedicato significa avere le specialistiche mediche e chirurgiche per curare anche diabete, tumore, patologie ematologiche. Il San Giovanni Bosco finalmente sara’ un ospedale dedicato, forse e’ un punto di di svolta che finalmente abbiamo preso. Ha il personale adatto e che con le dovute attenzioni e protezioni verra’ utilizzato per le stesse specializzazioni che ha sempre curato ma con i pazienti covid19, ora”.

“Sono scelte – spiega Galano – non facili da prendere perche’ vuol dire sottrarre un intero ospedale all’assistenza generica. Ma e’ una tappa importante di un percorso che ora deve continuare. Il prossimo passo e’ un pieno coinvolgimento in questa battaglia della medicina territoriale, intendo medici di base e guardia medica. Se avviene questo possiamo superare fase. Ricordo anche che la guardia medica a Napoli ha 40 medici di notte, il 118 ne ha 12. Noi facciamo circa 70 interventi con i medici che abbiamo, credo che la risorsa guardia medica debba essere integrata nel in sistema del 118. Un contributo maggiore deve arrivare anche dai Policlinici universitari”.

Continua a leggere

Le Notizie più lette