Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Caserta e Provincia

Droga ai palazzi Grimaldi di Castel Volturno: arrestato 32enne nigeriano irregolare

Pubblicato

in



La Polizia di Stato ha tratto in arresto il cittadino nigeriano Nze Celestine di anni 32, in Italia senza fissa dimora, privo di permesso di soggiorno, responsabile di detenzione a fine di spaccio di sostanza stupefacente, del tipo cocaina ed eroina.

Nella serata dell’8 ottobre u.s. personale della Polizia di Stato del Commissariato P.S. di Castel Volturno traeva in arresto il citato cittadino nigeriano al termine di un’attività di polizia, finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, nei pressi dei cosiddetti “Palazzi Grimaldi”.
Gli operatori di Polizia nel corso di un servizio di osservazione notavano due soggetti, un uomo ed una donna ed intuivano che l’oggetto della loro conversazione potesse riguardare proprio l’acquisto di sostanza stupefacente.
Gli operatori intervenivano appena dopo la cessione della sostanza stupefacente dallo spacciatore alla donna e, nonostante il tentativo di fuga riuscivano a bloccare l’uomo che per tentare di guadagnarsi la fuga iniziava a colpire con pugni e calci gli operanti, mentre la donna si dava a precipitosa fuga nelle campagne adiacenti approfittando della situazione e del buio faceva perdere le sue tracce.

Una volta bloccato, l’uomo veniva perquisito e si rinvenivano nelle tasche dei suoi pantaloni 760,00 euro in banconote di taglio da 50/20/10/5 e numerose confezioni di cellophane trasparente termosaldato, contenenti eroina e cocaina per un peso complessivo di lordo di circa 90 grammi.
L’arrestato, dopo gli adempimenti di rito, veniva associato presso la Casa Circondariale di S. Maria C.V. a disposizione dell’A.G. procedente.
The post ai palazzi Grimaldi, arrestato 32enne nigeriano irregolare sul territorio italiano

Pubblicità

Caserta e Provincia

Orta di Atella: Via libera ai lavoratori, finalmente potranno uscire dalla zona rossa

Pubblicato

in

Orta di Atella: molti lavoratori potranno finalmente uscire dalla zona rossa

L’ordinanza n. 84 del 25 ottobre 2020 del Governatore Vincenzo De Luca che vieta l’uscita ai lavoratori da Orta d’Atella perchè dichiarata zona rossa è stata oggetto di non poche polemiche. Centinaia di dipendenti privati, impiegati, titolari di attività e addetti ad altre mansioni, occupati all’esterno del comune casertano sono stati per quattro giorni in un limbo dantesco. Una situazione d’incertezza che ha spinto alcuni operai a recarsi a lavoro, purtroppo fermati ai controlli militari e multati per non aver osservato il divieto. Oggi è arrivato il chiarimento dell’ente  regionale che dissipa la questione e chiarisce che non ci sono limitazioni per chi lavora nelle attività produttive e che potrà comunque entrare e uscire dalla zona rossa per esigenze correlate strettamente all’attività lavorativa, in modo da non fermare la filiera produttiva, o, nel caso di attività professionali, per adempimenti e scadenze non prorogabili.

Michele Ruocco

9/10/2020 – Chiarimento n. 42 del 29 ottobre 2020 relativo alle Ordinanze n. 82/2020 e n. 84/2020

Con riferimento alle Ordinanze n. 82 del 20 ottobre 2020 (Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n.833 in materia di igiene e sanità pubblica e dell’art. 3 del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19. Disposizioni in tema di attività didattiche- Limiti alla mobilità sul territorio regionale- . Disposizioni concernenti il Comune di Arzano (NA)) e n. 84 del 25 ottobre 2020 (Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n.833 in materia di igiene e sanità pubblica e dell’art. 3 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19. Disposizioni concernenti il Comune di Orta d’Atella (CE) e il centro Urbano del comune di Marcianise(CE).) e ad ulteriore esplicazione dei chiarimenti già forniti in risposta a singoli quesiti posti (e ai quali si è fornito riscontro diretto), si precisa quanto segue:

1. Le attività sospese, di cui al punto 4. lett d) dell’ordinanza n. 82/2020 e punto 1. lett d) dell’ordinanza n. 84/2020, sono esclusivamente “le attività commerciali ivi comprese le attività di ristorazione (bar, ristoranti, pasticcerie, pub, e simili), salvo che in modalità di consegna a domicilio, fatta eccezione per soli i servizi alla persona ed attività connesse all’approvvigionamento di beni e servizi di prima necessità come a suo tempo individuate dagli allegati 1 e 2 del DPCM 10 aprile 2020”. Gli operatori e gli addetti a tali attività (con esclusione delle attività di cui agli allegati 1 e 2 al DPCM 10 aprile 2020 citato) non possono allontanarsi dal centro urbano di appartenenza per prestare attività lavorativa.

2. Agli operatori e agli addetti delle attività produttive nonché agli esercenti libere professioni non è vietato il transito, da e verso le zone oggetto delle prescrizioni, purché nei limiti strettamente necessari all’esercizio di attività volte ad assicurare la continuità della filiera produttiva ovvero, nel caso di attività professionali, per adempimenti e/o scadenze urgenti ed indifferibili.

Continua a leggere

Caserta e Provincia

Nuova impennata dei contagi nel casertano: 745 positivi in 24 ore. Morti altri 3 pazienti

Pubblicato

in

E’ un nuovo record di contagi quello che certifica l’Asl di Caserta. In 24 ore sono ben 745 le persone che sono risultate positive al Covid-19, anche se c’è stato un aumento importante del numero dei tamponi processati, pari a 3241.

Resta alta, comunque, la percentuale: è risultato, infatti, positivo il 22,9% dei test effettuati. Purtroppo viene aggiornato anche il numero dei decessi che, da inizio pandemia, arriva a quota 90 dopo i nuovi tre pazienti, affetti da Covid, che hanno perso la vita in provincia di Caserta. I nuovi pazienti deceduti erano residenti a Curti, Pignataro Maggiore e Teverola.

Continua a leggere

Le Notizie più lette