Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Campania

Dodici sindaci casertani scrivono ad Asl: “Dia i nomi dei positivi”

I sindaci non possono tracciare eventuali contatti di positivi. Lo scrivono in una lettera al direttore dell’Asl di Caserta i 12 primi cittadini dell’agro aversano chiedendo aiuto.

Pubblicato

il

dodici sindaci casertani asl


I sindaci non possono tracciare eventuali contatti di positivi. Lo scrivono in una lettera al direttore dell’Asl di Caserta i 12 primi cittadini dell’agro aversano chiedendo aiuto.

“Abbiamo una problematica relativa alla comunicazione al sindaco dei nominativi dei positivi – spiegano – siamo in grandi difficolta’ in quanto si e’ persa qualsiasi tracciabilita’ dei positivi. Non abbiamo nemmeno notizia dei soggetti posti in isolamento fiduciario”. “E’ necessario che i sindaci vengano messi a conoscenza dei cittadini positivi al tampone – si legge nella missiva – quantomeno per attivare i protocolli in materia di rifiuti e per poter avviare anche attivita’ di controllo dei familiari che potrebbero essere veicoli di ulteriori contagi. Siamo in condizioni difficili su questo tema in quanto non si riesce a comprendere il numero reale dei positivi, inoltre non si hanno notizie dei guariti”.

“Il bollettino dell’Asl giornaliero indica dei numeri per ogni paese ma non vi e’ alcuna comunicazione ai sindaci dei nominativi – continua la lettera – li esami svolti presso i laboratori privati non sempre sono caricati sulle piattaforme, e spesso non vengono eliminati, fra i contagi, le persone guarite. Il grido di allarme che arriva dai nostri territori e’ in particolare rivolto a segnalare il fatto che i cittadini molto spesso hanno difficolta’ a svolgere i tamponi e non hanno notizie degli esiti, sia del primo tampone sia di quello di controllo a fine quarantena. Questo ritardo crea immense difficolta’ a tantissime persone aumentando enormemente il grado di sofferenza costrette ad una condizione di ‘sequestrati in casa’”. Per questo i sindaci chiedono “un ulteriore sforzo organizzativo, per quanto possibile, finalizzato a trovare soluzioni per risolvere questa situazione”.

Continua a leggere
Pubblicità

Calcio

Benevento, Inzaghi: ‘La salvezza e’ il nostro scudetto’

Pubblicato

il

Benevento,Inzaghi

“La salvezza e’ il nostro scudetto”: cosi’ il tecnico del Benevento Filippo Inzaghi intervenuto ai microfoni di Radio anch’io, e fresco reduce da un importante pareggio strappato alla Juventus. “L’anno scorso lottavamo in serie B, pensare dopo qualche mese essere in serie A e affrontare la Juve con un risultato positivo mi fa molto piacere per i ragazzi”. Il Benevento ha gia’ 10 punti in classifica e la quota salvezza viene indicata piu’ o meno a 40: “noi -ha detto Inzaghi- dobbiamo arrivare prima possibile a quella quota, che per noi e’ come vincere lo scudetto. Vogliamo giocare sempre a testa alta, sappiamo da dove veniamo, e che sara’ difficile mantenere la categoria, ma ci crediamo e lotteremo con tutte le nostre forze per farci valere”. Quanto allo scudetto vero, la formazione bianconera per Inzaghi “resta comunque la maggiore favorita per la vittoria finale. Il campionato e’ molto equilibrato, il Milan sta facendo cose straordinarie , ha continuita’, ha azzeccato tutti gli acquisti, non mi sorprende, Pioli ha fatto un ottimo lavoro e sono contento per il mio grande amico Bonera che ha dimostrato di essere pronto. Anche il Napoli si e’ dimostrato fortissimo, lo abbiamo visto. L’Inter e’ molto forte. Ma la Juve e’ la squadra da battere”.

 

Continua a leggere

Le Notizie più lette