Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Caserta e Provincia

Coronavirus, contagiato direttore di un importante supermercato di Riardo

Pubblicato

il

direttore supermercato di riardo


. E’ risultato positivo il direttore di un importante – e notissimo – supermercato del paese. L’uomo è residente nel territorio di un comune limitrofo. Le autorità sanitarie hanno certificato la positività del paziente alcune ore fa.

E’ stata disposta la quarantena domiciliare ed è scattata – da parte dell’autorità sanitaria – l’indagine epidemiologica per ricostruire tutti gli eventuali contatti avuti dal nuovo paziente. La notizia della positività del direttore del supermercato preoccupa la comunità riardese e soprattutto i tanti clienti che ogni giorno si recano a fare la spesa in quella struttura. Preoccupa, inoltre, la crescita esponenziale di positivi su tutto il territorio provinciale.

Il personale sanitario dell’ASL con grandi difficoltà sta cercando di fare fronte ad una situazione che va peggiorando, senza purtroppo dare segnali di inversione di tendenza. Le autorità rinnovano costantemente l’invito a fare molta attenzione, a rispettare rigorosamente le regole per salvaguardare la nostra salute di tutti i cittadini.

Continua a leggere
Pubblicità

Caserta e Provincia

Picchia genitori che non gli danno la card del reddito di cittadinanza

Pubblicato

il

Pubblicità'

picchia genitori reddito di cittadinanza
Pubblicità'

 Ha malmenato i genitori che si erano rifiutati di consegnargli la carta elettronica del reddito di cittadinanza.

Protagonista un 34enne di San Prisco, che e’ stato arrestato e condotto in carcere dalla Polizia di Stato per i reati di maltrattamenti in famiglia, tentata estorsione aggravata e resistenza a pubblico ufficiale, avendo l’uomo aggredito con calci e pugni gli agenti intervenuti. L’operazione e’ stata effettuata dai poliziotti del Commissariato di Santa Maria Capua Vetere, che sono intervenuti nell’abitazione dove il 34enne convive con la madre e il padre. Sono stati questi ultimi a chiamare gli agenti, denunciando al loro arrivo di essere stati picchiati dal figlio, e raccontando le violenze quotidiane subite per mano del 34enne. Da immediati accertamenti e’ poi emerso che l’uomo aveva gia’ riportato una condanna per maltrattamenti in famiglia.

Le Notizie più lette