Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Coronavirus

Coronavirus: altri 11 contagiati a Monte di Procida, ora i positivi sono 33

Pubblicato

in



Altri 11 cittadini di Monte di Procida risultano contagiati dal coronavirus. Lo ha comunicato il sindaco sulla sua pagina facebook nella serata di ieri. Intanto si è concluso lo screening sierologico dell’Asl su tutta la popolazione.

 

“Un ulteriore aggiornamento sull’emergenza Covid -19 a Monte di Procida, risulta necessario alla luce delle ultime notizie che ci sono pervenute in queste ore. Secondo le ultime comunicazioni che abbiamo avuto ci sono altri 11 casi positivi in paese” Ha scritto il sindaco Pugliese . E  poi ha aggiunto: “In virtù di tutto ciò sto elaborando una nuova ordinanza con delle ulteriori restrizioni per tutelare la salute pubblica. Ci siamo organizzati con l’ASL per effettuare un numero maggiore di tamponi qui a Monte di Procida. Non temete: saranno effettuati secondo le priorità dettate dalla stessa ASL e quindi in base ai link epidemiologici.Purtroppo dopo questo ulteriore aggiornamento i casi totali a Monte di Procida di Covid-19 salgono a 33 di cui, ripeto, 10 quelli comunicati ufficialmente dall’ASL e 23 quelli che derivano da tamponi effettuati presso strutture private. Gli ultimi concittadini risultati positivi sono per lo più asintomatici, qualcuno presenta una lieve sintomatologia. Seguiranno ulteriori aggiornamenti ma, nel frattempo, non facciamoci prendere dal panico e rispettiamo le regole”.

E’ stata una grande festa nuziale ha fatto esplodere un focolaio Covid a Monte di Procida. Il territorio comunale, al propagarsi di sintomi del virus, e’ stato subito blindato dal sindaco, . Fino a martedi’ prossimo rimarranno chiuse scuole, parchi pubblici e privati, sale giochi e di scommesse e circoli per anziani. Vietate, inoltre, attivita’ sportive sia agonistiche che amatoriali, feste private e tavolate in casa con piu’ di dieci persone. L’ intento e’ frenare l’espandersi del contagio. La fotografia concreta della situazione emergenziale nel comune flegreo la fornisce il sindaco: “Ho dovuto chiudere le scuole perche’ dai dati che ho ricevuto dai dirigenti scolastici risulta che il 50% dei docenti e’ in isolamento fiduciario domiciliare in attesa di effettuare il tampone o di conoscere eventuale positivita’ di un familiare. Impossibile svolgere attivita’ didattica in simile situazione”.

Al centro dell’attenzione dunque, la celebrazione delle nozze tra un cittadino montese e una donna di nazionalita’ polacca concluse con un mega banchetto cui avrebbero partecipato, secondo i dati forniti dall’Asl Napoli2 Nord, circa 200 persone. Qualche giorno ed ecco i primi sintomi del virus con il ricorso ad esami naso-faringei in un laboratorio privato per non attendere i tempi non sempre rapidi dell’Asl. Esami che secondo quanto riferito dal sindaco hanno accertato “che su ottanta persone esaminate piu’ della meta’ sono risultate positive”. Il ricorso a privati, pare non autorizzati, ha portato alla diffida dell’azienda sanitaria flegrea al sindaco Pugliese in quanto “i risultati non sarebbero stati attendibili al fine di circoscrivere il contagio ed evitare che pazienti contagiati, risultati come falsi negativi, possano trasmettere il virus” come si legge in una nota della stessa Asl. L’Asl Napoli2 Nord, pertanto, ha allestito presso la sede del comune uno stand sanitario per effettuare un prelievo di tamponi straordinario. Lo screening, con il supporto della Protezione Civile e di personale del comune, e’ stato effettuato su 130 partecipanti al matrimonio.

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

Morto di covid un uomo di 76 anni di Torre del Greco

Pubblicato

in

Morto di covid un uomo di 76 anni di Torre del Greco. E’ la ventiduesima vittima.

Ancora un morto da Covid-19 a Torre del Greco, il secondo relativo alla cosiddetta ”seconda ondata”. A comunicare il decesso e’ stato, in occasione del consueto aggiornamento dal Centro operativo comunale, il sindaco della citta’ vesuviana Giovanni Palomba, che fa sapere – attraverso una nota – che si tratta di un uomo di 76 anni. Al contempo il primo cittadino, sentite Asl Napoli 3 Sud e unita’ di crisi regionale, ha annunciato anche 22 nuovi casi di positivita’ al Coronavirus, uno dei quali ospedalizzato; l’aggravamento di un soggetto risultato contagiato nei giorni scorsi e costretto al ricovero presso un Covid Center regionale; l’avvenuta guarigione di undici persone in precedenza risultate positive.

Questo il bollettino:
Undici nuove guarigioni sono state registrate, nella giornata odierna, a Torre del Greco.
Certificati anche 22 ulteriori casi di positività al COVID- 19, di cui 1 ospedalizzato e i restanti 21 in forma asintomatica.
Attestato, inoltre, il passaggio – di un soggetto positivo – dall’isolamento domiciliare, al regime ospedaliero, e, il contestuale cambiamento di provincia di un altro cittadino positivo.
Accertato anche un decesso.
Si tratta di A. F., classe 1944.
È quanto comunicato dal Centro Operativo Comunale – dopo il consueto aggiornamento serale con i Responsabili sanitari dell’​ASL Na3 Sud​ e con l’​Unità di Crisi Regionale – che conferma l’isolamento domiciliare per i ventuno soggetti asintomatici.
Continua, così, a mutare il bilancio della​ duecentoventottesima giornata consecutiva di attività del ​ C.O.C.:​
Totale ospedalizzati:​ 8;
Totale in isolamento domiciliare:​ 300;
Totale guariti dal COVID 172;
Totale decessi:​ 22;
Totale tamponi giornalieri: 200 (178 Negativi; 22 Positivi).
Prosegue, nel frattempo, l’ulteriore attività di screening ​ dei tamponi di già praticati sul territorio comunale e ancora al vaglio delle indagini di laboratorio.
Istituito, inoltre, dall’ ASL, un ulteriore numero verde al quale è possibile rivolgersi – tutti i giorni – dalle ore 8.00 alle ore 20.00: 800936630.
Il C.O.C. precisa, altresì – ai fini di una più agevole ed immediata comunicazione con i cittadini – che coloro ai quali è stato praticato il tampone e che restano, al momento, in attesa di conoscerne l’esito possono – nel pieno rispetto e tutela della privacy – rivolgersi al numero telefonico 0818830736
reperibile tutti i giorni dal Lunedì al Venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.30 e dalle ore 14.00 alle ore 15.45.
Istituito anche un secondo numero di linea: 0818497030 reperibile nei medesimi giorni ed orari.

Continua a leggere

Coronavirus

A Casoria 570 positivi e il sindaco dice ai cittadini: ‘Uscite solo se necessario’

Pubblicato

in

Continua a crescere senza freni il contagio da covid-19 a Casoria. L’ultimo bollettino parla di 570 contagiati con 4 deceduti e 132 guariti.

 

Il sindaco Raffaele Bene ha lanciato un appello attraverso la sua pagina facebook: “Siamo soli. Faccio un appello al governo che sia vicino alle istituzioni locali. Se chiusura ci deve essere la soluzione deve essere accompagnata da aiuti di natura economica. Ai cittadini di Casoria rivolgo un appello alla responsabilità perché non tutti rispettano le regola. Cercate di uscire solo se necessario. I contagiati crescono, La curva cresce sempre di più ma il sistema sanitario è al collasso. Con posti per i ricoverati che diventano sempre di meno. E’ un momento difficile serve buon senso e responsabilità da parte di tutti”

Continua a leggere

Le Notizie più lette