Napoli, star della musica a Piazza del Plebiscito per Radio Italia Live

Parata di star a piazza del Plebiscito per Radio...

Al TAN di Napoli va in scena ‘Neve Nera’. 24 e 25 ottobre

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Neve Nera”, un libero adattamento di Mario Brancaccio dall’opera di Bulgakov “Romanzo Teatrale”, con la regia di Lello Serao.
“Romanzo teatrale” è il punto di partenza di questa messa in scena. Mario Brancaccio nella sua riduzione teatrale ci riporta in una Mosca degli anni trenta piena di pulsioni e ricca di personaggi che rappresentano la storia letteraria e teatrale di quegli anni, da Tolstoj a Stanislavskij.
Maksudov, protagonista dell’opera, rievoca i personaggi che prendono corpo in un balletto irregolare e futurista.
Una maledizione pervade il mondo teatrale, i mali di allora sono i mali dell’oggi.

 

PUBBLICITA

 

Dopo la ripartenza della scorsa settimana, si apre nuovamente il sipario del Teatro Area Nord, il 24 e 25 ottobre, per lo spettacolo Neve Nera, libero adattamento di Mario Brancaccio dell’opera di Bulgakov “Romanzo Teatrale”, con la regia di Lello Serao. Ambientato nella Mosca degli anni trenta piena di pulsioni e ricca di personaggi che rappresentano la storia letteraria e teatrale di quegli anni, da Tolstoj a Stanislavskij. In scena Mario Brancaccio, Simona Esposito, Pietro Juliano, Yulya Mayarchuk, Gennaro Monti.

Segui il TAN su Facebook: https://www.facebook.com/teatroareanord/

La versione teatrale è ambientata in una stazione ferroviaria, forse ultimo luogo di sosta di Maksudov, protagonista dell’opera, prima di porre fine alla sua vita. In questo luogo di transito, nell’orario di chiusura, il protagonista involontariamente in preda all’alcool, rievoca fino a farli materializzare davanti a sé i protagonisti della sua ascesa e della sua rovina. La stazione è l’anticamera degli inferi è il preludio alla fine, ma è anche il luogo dove fare i conti con la realtà.
La messa in scena tende a privilegiare la distorsione sia nei movimenti dei personaggi che nella conduzione delle battute per evidenziare il paradosso, da sfondo a questo cinico processo di distruzione della creatività riecheggiano brani del Faust di Gounod.
Una maledizione pervade il mondo teatrale, i mali di allora sono i mali dell’oggi e tutto cambia affinché nulla cambi e come nel Faust ognuno è pronto a siglare il suo patto con il diavolo che gli “renderà l’amor, la gioventù, la fe’.”

Quando: 24 e 25 ottobre ore 19,00
Dove: Teatro Area Nord | via Nuova Dietro la Vigna n. 20 – Napoli (NA)
Info e prenotazioni: Tel. 081 5851096 – 081 5514981 | info@teatriassociatinapoli.it | www.teatriassociatinapoli.it

Gli eventi si svolgeranno nel pieno rispetto delle normative sanitarie vigenti.
La prenotazione è obbligatoria, i posti numerati e distanziati. Attivo il servizio navetta.


googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE