Napoli, San Gennaro ai tempi del coronavirus: solo 200 persone nel Duomo con mascherine.

Una cerimonia di San Gennaro atipica quella in corso di preparazione nel Duomo di Napoli. Le necessarie misure anti coronavirus prevedono che l’accesso nella chiesa cattedrale sia consentito a sole 200 persone nel Duomo, 100 nella basilica di Santa Restituta (che si trova all’interno del Duomo stesso) e 300 sul sagrato dove sono state sistemate le sedie con relativo distanziamento.

Vietato l’accesso nel tratto di strada a ridosso di piazza del Duomo, con forze dell’ordine e protezione civile a occuparsi del filtraggio per l’accesso ai soli autorizzati e misurazione della temperatura. Anche se in tono minore, resta grande l’attesa per il “miracolo” della liquefazione del sangue.

LEGGI ANCHE  Da domani arriva il grande caldo al Sud

All’interno della Cappella di San Gennaro, dalla quale l’arcivescovo di cardinale prenderà l’ampolla per portarla, è stato permesso l’accesso alle “parenti” di San Gennaro, gruppo di fedeli che ogni anno intonano delle preghiere per “incitare” il santo a realizzare il prodigio.


Castellammare, resta in carcere il ‘branco’ che pestò il carabiniere in villa

Notizia precedente

Allarme dello Smi: ‘In Campania mancano le mascherine nelle ex Guardia Medica’

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..

Commenti

I Commenti sono chiusi