Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Rubriche

Licia Maglietta inaugura #Restaurarte|riparare con l-oro: rassegna di teatro in Villa Comunale a Napoli

Pubblicato

in



Licia Maglietta inaugura, per #EstateaNapoli2020, #Restaurarte|riparare con l-oro: la rassegna di teatro in organizzata in collaborazione con il Comune di – Assessorato alla Cultura e al Turismo.
Dal 16 settembre al 4 ottobre 2020 ore 20.30

Restaurarte|riparare con l-oro è la rassegna di teatro ideata dalle associazioni Piccola Città Teatro, Il Demiurgo e Putéca Celidònia, realizzata in collaborazione con il Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura e al Turismo che si terrà dal 16 settembre al 4 ottobre 2020 nella Villa Comunale di Napoli (ingresso Riviera di Chiaia).

Il progetto di #Restaurarte|riparare con l-oro nasce durante il confinamento che ha posto tutti noi dinanzi a delle impossibilità, in qualunque ambito. In virtù di questa mancanza di possibilità, #Restaurarte|riparare con l-oro intende dare spazio e voce a quelle realtà artistiche che non hanno potuto esprimersi, perché troncate dal confinamento, o che non sanno quando e se avranno la possibilità di realizzare i propri progetti. Con ‘Adotta un piccolo spazio’, il progetto vuole offrire un piccolo sostegno anche ad alcuni di quegli spazi teatrali della Campania che hanno certamente risentito delle conseguenze del lockdown, mettendo in connessione le compagnie con i teatri in una sorta di mutuo scambio artistico e pratico ai fini della realizzazione degli spettacoli in questa rassegna e nella prossima stagione dei teatri adottati. Nell’ottica di una ripartenza comune che dia priorità al confronto sincero ed alle relazioni umane, la varietà di linguaggi delle compagnie partecipanti è espressione del senso di inclusività che la rassegna vuole trasmettere ad artisti e spettatori, quel senso di comunità che il progetto si auspica diventi sempre più prezioso nel delicato momento storico che stiamo vivendo.

15 spettacoli, dal mercoledì alla domenica.

Ad aprire la rassegna mercoledì 16 settembre e in replica giovedì 17 settembre 2020, un nome d’eccezione: Licia Maglietta che ha sposato entusiasticamente questo progetto prendendo parte al processo di restaurazione artistica di #Restaurarte|riparare con l-oro.

Licia Maglietta sarà la protagonista dello spettacolo Un letto fra le lenticchie che fa parte della raccolta di monologhi dal titolo “Talking Heads” scritta negli anni ’80 per la BBC da Alan Bennett e più tardi riadattati dall’autore per il teatro.

Susan, moglie di un vicario è una narratrice inesperta, non interamente consapevole. Crede che solo la commessa dello spaccio sappia che lei è alcolizzata e invece lo sa tutta la parrocchia. La sua confessione è senza confessore.

Ma il suo sguardo è disincantato, limpido e acuto nel capire i rapporti che intercorrono tra gli abitudinari fedeli e il vicario, tra lei e le altre donne di chiesa, tra lei e il vicario.

Infondo nessun rapporto con la comunità.

L’unico incontro, l’unico respiro più ampio e anche spinta ad un cambiamento, lo vivrà con un giovane uomo estraneo a tutto il suo piccolo mondo, straniero.

Susan è una donna che si sottrae alla quota di tribolazioni riservate al suo sesso.

‘‘Ci piace pensare che in 4000 anni il teatro si sia frantumato e ricomposto numerose volte, e ogni volta ne è uscito più raro e prezioso’’ – affermano gli ideatori della rassegna.

‘’Abbiamo accolto con gioia l’idea di questa piccola rassegna, grande nel suo significato, imperdibile per originalità degli spettacoli proposti. E’ una appendice alla nostra #EstateaNapoli che, nonostante la complessità dei protocolli anti-Covid, si è svolta in un clima di serenità, principalmente allestendo in esterno. Sono certa che anche in questa occasione il pubblico possa dare una risposta positiva a chi, come questa cordata di animatori culturali, tenacemente, prova a reagire al difficile momento che stiamo vivendo’’ – dichiara Eleonora de Majo, assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli.

Teatri Adottati:

TRAM TEATRO – NOSTOS TEATRO – TEATRO SERRA – MAGMA TEATRO – PICCOLO TEATRO DEL GIULLARE

biglietto intero 15€ | biglietto ridotto 12€ (under35/over65) | abbonamenti: 6 spettacoli 50€ | 3 spettacoli 25€

acquistando on line i biglietti si ottiene uno sconto di 2€! : www.ildemiurgo.it

restaurartenapoli@gmail.com | + 3343550675 (anche whatsapp)

PROGRAMMA

settembre

16 – 17/ 09/2020 | Un letto tra le lenticchie di A. Bennett con Licia Maglietta

18/09/2020 | Maria della Merda – di Giovanni Del Prete

19/09/2020 | Senza naso né padroni – di Longobardi e Amore

20/09/2020 | ‘E Cammarere – Ritena Teatro

23/09/2020 | La Carovana dei dispersi – Full – House

24/09/2020 | (Quale) Inferno – di Marica Mastromarino

25/09/2020 | Sfratto Celeste – Taverna Est Teatro

26/09/2020 | Notti bianche – I Pesci

27/09/2020 | All’apparir del vero – Teatro in Fabula

30/09/2020 | Come una bestia – Baracca dei Buffoni

ottobre

01/10/2020 | La pagella – Il Demiurgo

02/10/2020 | C’era una volta… Ascolta! – Piccola Città Teatro

03/10/2020 | Black Out – Il buio dentro – di Iacobelli e Palmieri

04/10/2020 | Tragodìa, il canto del capro – Putéca Celidònia

Continua a leggere
Pubblicità

Attualità

AGENZIA DELLE ENTRATE Dal 15 Ottobre scattano i pignoramenti ai Conti correnti : chi rischia

Pubblicato

in

Dopo la doverosa pausa stabilita dagli organi preposti per l’emergenza coronavirus, ripartono la notifica delle cartelle di pagamento e la possibilità di promuovere nuove azioni esecutive o cautelari“

Milioni di conti correnti pignorati tra un mese? Non è il caso di allarmarsi, ma è vero che dal prossimo 15 ottobre, dopo la doverosa pausa stabilita dagli organi preposti per l’emergenza coronavirus, ripartono la notifica delle cartelle di pagamento e la possibilità di promuovere nuove azioni esecutive o cautelari. In altre parole, torna lo spettro pignoramenti per coloro che non hanno saldato i debiti verso l’Agenzia delle Entrate e anche nel caso delle ingiunzioni fiscali emesse dagli enti territoriali (Comuni e Regioni). Va specificato che non tutti i beni però sono pignorabili. Ecco cosa è il pignoramento e, a seguire, una lista di cosa può essere o non essere sequestrato“

Oltre agli accertamenti esecutivi di Agenzia Entrate-Riscossione decade infatti anche il blocco ingiunzioni fiscali emesse dagli Enti locali come Regioni e Comuni sul pagamento di tributi quali bollo auto Imu e Tari. E nel caso di mancati pagamenti, riprendono nuovamente anche i pignoramenti già avviati prima e poi congelati per via dello stato d’emergenza. Saranno avviate anche nuove procedure.

Fisco, dal 15 ottobre tornano le notifiche di cartelle esattoriali e pignoramenti
Il pignoramento è il primo atto esecutivo con lo scopo di vincolare determinati beni del debitore al soddisfacimento del diritto di credito del creditore procedente. Il debitore può continuare a disporre di fatto dei beni che sono oggetto di pignoramento, tranne ovviamente venderli o distruggerli. Il pignoramento può essere immobiliare, se ha per oggetto beni immobili; mobiliare, se ha per oggetto cose mobili; presso terzi, se ha per oggetto crediti o beni del debitore che sono nella disponibilità di terzi.

I redditi sono pignorabili fino ad un massimo del 20% del loro importo. Altro limite riguarda lo stipendio mensile, la cui confisca non può superare un quinto del totale per le cifre che superano i 5000 euro. Il limite invece è di un settimo per il range tra i 2500 e i 5000 euro. Non possono poi essere toccati sussidi e pensioni minime. L’Agenzia delle Entrate può servirsi dell’Anagrafe Tributaria per recuperare nel più breve tempo possibile il resoconto su ogni singolo conto corrente intestato ad ogni singolo cittadino italiano. Ma ci sono tante altre limitazioni ai pignoramenti, come ad esempio l’obbligo di prelevare esclusivamente il 50% della giacenza nel caso in cui il conto corrente risulti essere cointestato.

Restano sempre esclusi dal pignoramento anello nuziale e gli oggetti di culto, gli strumenti e gli oggetti e i libri indispensabili per l’esercizio della professione, dell’arte o del mestiere del debitore. Salvi anche gli animali da compagnia.

 

Fonte

Continua a leggere



Musica

Sound Bocs, si è conclusa la prima music farm a sfondo civile mai realizzata in Europa

Pubblicato

in

Sound Bocs, prima residenza artistica a sfondo civile mai realizzata in Europa firmata dall’Associazione Musica contro le mafie, si è conclusa conquistando millenials e post millennials, in reale e in virtuale. Una doppia sfida vinta quella data dal distanziamento fisico e dal coinvolgimento di artisti under 35 che si sono impegnati nella creazione di un brano a sfondo civile.

 

È infatti ai giovani che si rivolge il progetto di residenza diretto da Gennaro de Rosa, nato non solo per trasmettere buone pratiche ma per coltivarle. Per 15 giorni i BoCs Art di Cosenza, sulle rive del fiume Crati, sono stati la casa creativa di 10 giovani artisti: una vera e propria fattoria musicale in grado di dedicarsi al presente attraverso la trasmissione di valori positivi.

Sono stati tanti i temi trattati nei brani dai residenti – gli artisti Cadmo, Cance, Ciarz, Gero, Giulia Zedda, Laura Pizzarelli, la band Le cose importanti, Massimonero, Misga e il duo Poesia Potente e Chitarra Tonante – dal razzismo alla mafia, alla crisi ambientale. Dieci talenti provenienti da ogni parte d’Italia che in 15 giorni non solo si sono dedicati a creazioni di altissimo livello ma hanno lavorato assieme aiutandosi a vicenda e facendo comunità.

«Cercare di diffondere valori importanti come la giustizia sociale, la tutela dei diritti, la legalità democratica, l’uguaglianza, è una grandissima responsabilità e ha un peso considerevole – commenta il direttore artistico Gennaro de Rosa – per questo pensiamo da sempre che la musica, grazie alla sua grande forza comunicativa, possa essere la giusta chiave, per diffondere con leggerezza, che non è superficialità, buone idee e buone prassi da coltivare e condividere tra i giovani».

Un seguito di oltre 45.000 spettatori per le dirette in streaming, più di 180.000 persone raggiunte ed un numero superiore a 90.000 interazioni tra social e la diretta Youtube h24 per un format del tutto originale che unisce il web reality al talent guardando però ai contenuti prima che all’intrattenimento. A vincere la prima edizione di Sound Bocs il duo “Poesia Potente e Chitarra Tonante” dalla Brianza e da Bergamo.

Gli artisti “Poesia Potente e Chitarra Tonante” approderanno a Casa Sanremo, nella settimana del festival della Canzone italiana, per presentare, nell’ormai consolidata e seguitissima cerimonia di premiazione del Premio Musica contro le mafie, il “Sound Bocs Diary”, un libro di lettura aumentata creato dagli stessi artisti durante la Music Farm.

Sound Bocs è un progetto supportato da “Perchicrea” di MIBACT e SIAE.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette