Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Castellammare di Stabia

Giovane camionista di Pompei muore a 21 anni dopo la festa di compleanno: 13 indagati all’ospedale di Castellammare

Pubblicato

in



Tredici tra medici e infermieri dell’Ospedale San Leonardo di Castellammare sono indagati per la morte del giovane camionista di Pompei, Ferdinando Malafronte.

 

Il 21enne, aveva festeggiato il suo compleanno il 18 settembre, è morto il giorno 20 dopo due giorni dal ricovero all’ospedale di Castellammare. Si era sentito male subito dopo la festa con parenti e amici. Secondo quanto ha denunciato il papà ai carabinieri Ferdinando era stato accompagnato al San Leonardo con forti dolori di testa ma i medici dopo una prima visita avevano ritenuto che non fosse necessario il ricovero. Il giorno seguente la situazione è peggiorata: nuovo ricovero e questa volta con risonanza magnetica dalla quale sarebbe emerso che Ferdinando era affetto dalla sindrome di Arnold-Chiari, una rara malformazione della fossa cranica che porta anche scompensi cardiaci molto gravi. Neanche il tempo di capire come procedure alle cure che dopo poche ore Ferdinando è morto. Dopo la denuncia del padre Gennaro il magistrato ha disposto l’autopsia che sarà effettuata stamane notificando, come atto dovuto, gli avvisi di garanzia a medici e infermieri che lo hanno avuto in cura. Ieri sera nella chiesa di Santa Maria Assunta di via Nolana a Pompei si è svolta una fiaccolata a cui hanno partecipato centinaia di persone.

Gli amici e i familiari hanno voluto fatto risuonare la canzone di Eros Ramazzotti, “Non doveva andare così…” . E in tanti l’hanno cantata sguardi al cielo pensando a lui.
” ̀Non doveva andare così…- ha scritto un suo amico sulla sua pagina facebook-E’ questa la verità… la giusta verità. Ed invece eravamo li tutti riuniti in una sera di settembre fredda, a ricordarti e ad immaginarti con il tuo sorriso in una fiammella di una fiaccola racchiusi nel nostro silenzio… quel silenzio che ha lacerato il cuore di ognuno di noi… quelle lacrime che bagnavano ed ancora oggi bagnano i nostri cuori e i nostri volti. Quando ci manchi Nando… cavolo manchi davvero tanto… ma una cosa è certa… che questo è solamente un arrivederci perché non ci sarà mai un addio nonostante vivrai per sempre in fondo alle strade dei nostri cuori. #sempreneinostricuoricampione”.

 

 

Continua a leggere
Pubblicità

Castellammare di Stabia

Somma (Più Europa): ‘La situazione del San Leonardo è drammatica’

Pubblicato

in

san leonardo drammatica

Francesco Somma, Più Europa: “La situazione del San Leonardo è drammatica. Gli inviti alla responsabilità collettiva da soli non bastano”.

“E ‘notizia di queste ore l’impossibilità del Pronto Soccorso dell’Ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia di accettare pazienti. Un momento drammatico. Ai cittadini, da medico, chiedo la massima responsabilità e attenzione. Li invito a non recarsi in ospedale se non per casi di massima urgenza”.  Ha dichiarato Francesco Somma di più Europa .

E poi ha aggiunto: Al personale sanitario in forza al presidio stabiese va tutta la mia vicinanza e la mia solidarietà per gli sforzi che stanno compiendo. Il Covid non è uno scherzo ma un virus subdolo che sta circolando in modo silenzioso ma infido. Castellammare conta un numero elevato di persone affette da Covid 19 e in molti continuano ancora a sottovalutare il problema. Al Sindaco chiedo di attivarsi affinché informi la popolazione di quanto sta accadendo e si decida ad assumere misure atte a fronteggiare la situazione facendosi portavoce attraverso le istituzioni preposte di quanto sta accadendo”.

Continua a leggere
Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette