Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Politica Campania

Elezioni Campania, Democratici e progressisti: ‘Vogliamo riportare la sinistra in consiglio’

Pubblicato

il

democratici e progressisti


Ultime ore di campagna elettorale per Democratici e Progressisti nelle province della Campania da Napoli a Salerno , da Benevento ad Avellino fino a Caserta.

Una campagna elettorale tra la gente e nei territori quella per i candidati in corsa per ricoprire l’incarico di consigliere regionale . Candidati a cui non ha mai fatto mancare il proprio sostegno l’ex sindaco di Castellammare ed ex deputato Salvatore Vozza che nel corso di un ‘iniziativa nella città di Avellino ha dichiarato : ‘Siamo partiti da una domanda, che fare in una situazione straordinaria come quella che stiamo vivendo? La risposta è stata la volontà di costruire ponti ed unità. Proviamo a riportare la sinistra in regione, lo stiamo facendo con proposte e idee. Democratici e Progressisti nasce dall’incontro di esperienze diverse e sarà in campo anche dopo il voto  per costruire ponti con altre associazioni  e altre realtà di sinistra in Italia, convinti che la sinistra dei mille rivoli e delle mille ragioni non può rappresentare la risposta. Lavoriamo all’unità della sinistra”. Un lavoro sul campo a cui non hanno fatto mancare il loro appoggio nei giorni scorsi Guglielmo Epifani e Vasco Errani, quest’ultimo in Campania al fianco dei candidati di Democratici e Progressisti. In giro tra comizi e iniziative a tirare la volata a Democratici e Progressisti anche l’ex parlamentare Arturo Scotto : ‘’Le forze che danno vita a Democratici e Progressisti sono convinte che le elezioni del 20 e 21 settembre prossimo debbano costituire un’opportunità per raccogliere la sfida del cambiamento. ”Il tema del lavoro è per noi prioritario .
La Whirlpool è la fabbrica più importante nella città di Napoli è l’ultimo grande presidio industriale. Se chiude una fabbrica avanza la camorra e noi difendiamo quel lavoro ma difendiamo anche i tanti giovani che in questi anni hanno conosciuto soltanto sfruttamento, precarietà, intermittenza, lavoro nero. Una condizione drammatica che li ha portati a scappare da questa terra. Così come sulla salute –ha spiegato  Arturo Scotto – occorre costruire una rete perché il diritto alla cura è sancito dalla nostra Costituzione e non è più possibile che gli anziani, i disabili debbano vivere una condizione drammatica con liste di attesa lunghissime che gli impediscono di esercitare questo diritto. Questi sono gli impegni di Democratici e Progressisti , questi sono gli impegni di chi insieme a Vincenzo De Luca vuole cambiare la Regione Campania e rappresentare, gli ultimi i più fragili quelli – conclude l’ex deputato- che  sono senza potere”.

Continua a leggere
Pubblicità

Politica

Benevento: la ricandidatura di Mastella spacca il Pd

Pubblicato

il

Benevento,Mastella

La riserva e’ sciolta gia’ da tempo. Clemente Mastella correra’ per il secondo mandato di sindaco a Benevento. Ma non avra’ la stessa coalizione che cinque anni fa lo porto’ a vincere la sfida con l’ex vicesindaco di Pd, Raffaele Del Vecchio. Nel 2016 l’ex guardasigilli, che tornava alla politica attiva dopo un periodo di silenzio, aveva l’appoggio di tutto il centrodestra e dopo un anno decise addirittura di entrare in Forza Italia.

Per la prossima primavera, forte dell’esperienza alle ultime elezioni regionali con 100mila voti raccolti e 2 consiglieri eletti con la lista ‘Noi Campani’, Mastella sta lavorando alla costruzione di un centrosinistra aperto anche a formazioni civiche. Ha gia’ incassato l’appoggio del Psi, dopo un incontro con il segretario nazionale Enzo Maraio e conta su una parte del Pd. Non tutti i democratici sono infatti favorevoli a un’alleanza organica con l’ex ministro del governo Prodi e un fazione lavora a un accordo con il Movimento 5 Stelle per una candidatura comune.

Ma anche tra i pentastellati i giochi sono tutt’altro che fatti. Il Movimento e’ alle prese con il programma elettorale, oltre che con una forte opposizione in consiglio comunale al sindaco uscente. E, assicurano, le candidature passeranno al vaglio degli attivisti con il consueto voto elettronico. Nel centrodestra la strada e’ sicuramente piu’ lineare. L’accordo tra Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia e’ ormai certo.

Un po’ meno la scelta del candidato sindaco, che secondo gli accordi dovrebbe cadere su un esponente del partito di Giorgia Meloni. In pole per la sfida a Clemente Mastella ci sarebbe il segretario provinciale di FdI Federico Paolucci. Sarebbe la prima volta di un candidato di destra, dopo Pasquale Viespoli, eletto con Alleanza Nazionale 20 anni fa

Continua a leggere

Le Notizie più lette