Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Giudiziaria

Camorra, figlio del boss ucciso: 40 anni dopo condannati i Mallardo e i Giuliano

Pubblicato

in

positiva magistrato tribunale torre annunziata


Camorra, figlio del boss ucciso: 40 anni dopo condannati i Mallardo e i Giuliano: 4 condanne 16 anni ai boss dei Mallardo e 9 anni a quelli dei Giuliano.

 

Il gip di Napoli Claudio Marcopido ha emesso quattro condanne nei confronti di altrettanti esponenti di spicco e storici della camorra nell’ambito del processo sull’omicidio di Luigi Maisto, figlio del boss Alfredo ucciso a Napoli il 22 ottobre nel 1979. A 41 anni dal quel delitto maturato nell’ambito della faida tra il clan Mallardo e i Maisto, alleati con il gruppo Sciorio, sono stati condannati Francesco e Giuseppe Mallardo (16 anni di reclusione), e i boss “pentiti” di Forcella Luigi e (9 anni e 4 mesi di reclusione) grazie ai quali e’ stata fatta luce sulla vicenda.

A indagare sull’omicidio avvenuto in piazza Matteotti e’ stato il sostituto procuratore di Napoli Henry John Woodcock proprio sulla base delle rivelazioni dei Giuliano. L’agguato scatto’ in piazza Matteotti pochi minuti dopo la mezzanotte. Luigi cadde sotto il fuoco delle pistole davanti a un circolo. Nel raid rimasero feriti anche Enrico Maisto, Luigi Panico e Francesco Ciccarelli. Il reato di tentato omicidio e’ caduto in prescrizione.

Continua a leggere
Pubblicità

Afragola

L’ex senatore Nespoli, sindaco di Afragola, resta libero: respinto il ricorso della Procura

Pubblicato

in

vincenzo nespoli

Afragola. Resta libero il sindaco di Afragola Vincenzo Nespoli, indagato per tentata concussione nell’ambito di un’inchiesta che riguarda la ditta del servizio di nettezza urbana.
Il tribunale del Riesame di Napoli, infatti, ha rigettato l’istanza con la quale la procura di Napoli Nord si è opposta alla decisione del gip Valentina Giovanniello di respingere gli arresti domiciliari per Nespoli, ex senatore e sindaco di Afragola. Le accuse della procura sono di tentata concussione, che si sarebbe verificata contro la ditta che si sta occupando del servizio di nettezza urbana. I giudici del Riesame hanno accolto la tesi del gip, nel corso dell’udienza camerale svoltasi lo scorso 26 settembre scorso.

Continua a leggere
Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette