Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Marano

Spacciavano nel Parco Monaco di Melito: presi pusher e vedetta

Pubblicato

in



Marano e Melito di Napoli: Servizi anti-droga. Carabinieri arrestano 3 persone. Due presi nel Parco Monaco di Melito e uno a Marano.

 

Prosegue il contrasto dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli allo spaccio di stupefacenti. I militari della Compagnia di Marano di Napoli, hanno arrestato 3 persone (2 al termine di un’indagine e 1 in flagranza di reato), per detenzione e spaccio di stupefacenti nei comuni di Melito e Marano.
la Tenenza di Melito, infatti, ha arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Napoli Nord, due uomini di 43 e 26 anni, entrambi già noti alle forze dell’ordine, ritenuti responsabili di concorso in spaccio di sostanze stupefacenti nel “Parco Monaco” di Melito di Napoli.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Aversa, hanno consentito di ricostruire che i due, verso la fine di maggio scorso, avevano coadiuvato un pusher di 46 anni del posto, già ai domiciliari, nell’illecita vendita di droga.
Il blitz effettuato dai militari aveva consentito di arrestare il 46enne anche per il reato di evasione e denunciare il 43enne, S.M., impegnato con mansioni di recupero di denaro e vedetta. Entrambi infatti erano stati notati mentre cedevano dosi a 6 clienti, in seguito segnalati quali assuntori alla Prefettura.
Il 23enne, T.G., anch’egli con funzione di “palo”, era riuscito in quella circostanza a dileguarsi, venendo poi identificato all’esito dell’attività investigativa dei carabinieri.

Nel corso delle operazioni venivano anche sequestrati 116 grammi di marijuana suddivisi in 96 dosi e 18 grammi di cocaina, ripartita in 25 dosi, nascosti all’interno di una finta colonna fecale.
Entrambi sono stati tradotti presso il carcere di Poggioreale come disposto dall’autorità giudiziaria.

In un altro servizio anti-droga i militari della sezione radiomobile di Marano hanno arrestato M.G., 26enne di Giugliano. Lo hanno sorpreso nel comune di Marano alla guida della sua auto e, alla vista degli carabinieri, si è dato alla fuga. L’inseguimento si è protratto fino a Villaricca dove è stato bloccato e perquisito. Nell’auto sono stati trovati 13 grammi di cocaina, una parte dei quali già confezionati in 6 dosi stipate all’interno di un “ovetto” in plastica.
L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del giudizio.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Calvizzano, piantagione di marijuana sul balcone di casa: ai domiciliari un 45enne

Pubblicato

in

Calvizzano. Piantagione di marijuana sul balcone di casa: ai domiciliari Salvatore Avolio, 45enne, già noto alle forze dell’ordine.

Scoperto dai carabinieri di Marano di Napoli, l’uomo si è difeso sostenendo di aver coltivato le piantine, ne sono state trovate 5, durante il lockdown per ‘scherzo’. In ogni caso lo scherzo è costato caro al 45enne di Calvizzano.  Durante la perquisizione, infatti, nella sua abitazione i militari hanno rinvenuto e sequestrato 5 piante di cannabis indica del peso complessivo di 1,86 chili, una busta in cellophane contenente 1,3 grammi di marijuana e 1 bilancino di precisione.  Sottoposto agli arresti domiciliari Avolio è in attesa di giudizio.

Continua a leggere



Marano

Marano di Napoli: Controlli dei Carabinieri. Arresti e denunce

Pubblicato

in

I Carabinieri della Compagnia di Marano di Napoli, nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Napoli, hanno eseguito un servizio straordinario di controllo del territorio nei comuni di Marano di Napoli e Villaricca, finalizzato alla prevenzione dell’illegalità diffusa e alla repressione dei reati predatori.

124 le persone controllate. Verbali al codice della strada per un totale di 10mila euro. 9 veicoli sequestrati.
Durante il servizio sono state denunciate 2 persone. A.P. 48enne, maranese, è stato denunciato per molestia e disturbo della quiete, accensione ed esplosioni pericolose. L’uomo è stato sorpreso dai militari intento ad esplodere una batteria pirotecnica in strada.
O.C., 57enne del posto, è stato denunciato per contrabbando di sigarette. Era in possesso di 149 pacchetti di bionde e 365 euro in contanti.

Specifica attenzione è stata rivolta anche ai “Codici Rosso”, con particolare riferimento ai fenomeni di violenza domestica.
Durante il servizio, infatti, a Villaricca i militari della locale Stazione Carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato un uomo del posto, già noto alle ffoo, per tentata estorsione e maltrattamenti nei confronti della madre convivente. I militari sono stati allertati dai vicini che hanno sentito le urla della madre e del figlio. La pattuglia ha accertato che l’uomo con violenza, insulti e rompendo anche vari oggetti della casa, aveva cercato di ottenere alcuni soldi dalla madre per giocare alle slot machine. L’uomo è stato arrestato e condotto al carcere di Poggioreale.
A Marano di Napoli, invece, militari della locale Stazione Carabinieri hanno arrestato un uomo, originario del posto, per maltrattamenti nei confronti della moglie. La donna, stanca del comportamento del marito, al termine dell’ennesimo litigio, dopo essere stata minacciata di morte, si è convinta a chiedere aiuto, rivolgendosi ai militari della Stazione.
I militari – sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Napoli Nord – hanno ricostruito i maltrattamenti, fisici e verbali, cui la donna era vittima da circa 18 anni. Il Tribunale di Napoli Nord ha emesso un provvedimento di custodia cautelare nei confronti del 58enne. L’uomo è stato quindi arrestato e portato in carcere a Poggioreale.

Continua a leggere



Le Notizie più lette