Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Napoli e Provincia

Penisola Sorrentina, spiagge libere solo per i residenti, gli altri devono pagare

Pubblicato

in



Penisola Sorrentina, spiagge libere solo per i residenti, gli altri devono pagare.

 

Europa Verde: “Così si violano i diritti dei cittadini, l’accesso libero al mare è un diritto sacrosanto. Bisogna trovare delle soluzioni per rendere compatibili le spiagge libere con le misure anti-covid”.

Su tutta la penisola sorrentina, da Vico Equense a Sorrento, le spiagge libere sono un miraggio o soltanto un lontano ricordo. Infatti come segnalano numerosi cittadini al Consigliere Regionale dei Verdi-Europa Verde Francesco Emilio Borrelli le spiagge pubbliche sarebbero accessibili liberamente solo dai residenti mentre i non residenti possono accedere soltanto alle spiagge a pagamento.

“In costiera sorrentina fare un bagno da semplice cittadino è diventato impossibile tutte le spiagge libere hanno l’accesso solo per residenti, ciò accade da Vico Equense fino a Sorrento. Questa cosa è normale? Un cittadino dopo aver subito giorni e giorni di lockdown si trova a dover pagare almeno 20€ per fare un tuffo a mare?!”- si legge in uno dei messaggi indirizzati al Consigliere Borrelli.

“Per noi l’accesso libero alle spiagge e al mare deve essere garantito a tutti, se non lo si fa allora si violano i diritti dei cittadini. Capiamo che essendo in emergenza sanitaria ci sono dei protocolli e delle misure di sicurezza da rispettare, sulle quali siamo profondamente d’accordo, la tutela dei cittadini è al primo posto, ma al contempo pensiamo che sicurezza e diritto al mare possano camminare di pari passo facendo in modo che sulle spiagge libere siano rispettate le misure di sicurezza, si può reclutare personale di controllo dai percettori del reddito di cittadinanza e da volontari.

Abbiamo inviato una nota alle Capitanerie di Porto e ai sindaci dei Comuni della Penisola Sorrentina affinché possano essere trovate delle soluzioni per garantire l’accesso alle spiagge libere a tutti nel pieno rispetto delle normative anti-covid.”-hanno dichiarato il Consigliere Borrelli ed Antonino Esposito, responsabile dei Verdi-Europa verde della Penisola Sorrentina.

Continua a leggere
Pubblicità

Boscoreale e Boscotrecase

Boscoreale, passeggiava di notte con una pistola pronta a sparare: arrestato

Pubblicato

in

I carabinieri della stazione di boscoreale hanno arrestato per porto abusivo di arma clandestina e resistenza a pubblico ufficiale nunzio della ragione, 33enne del posto già noto alle forze dell’ordine.

L’uomo era a piedi e passeggiava con altri 2 uomini nell’isolato 11 del rione villa regina di via settetermini. I militari dell’arma – durante uno dei servizi notturni disposti dal comando provinciale di napoli – lo hanno riconosciuto ed hanno deciso di fermarlo per verificare cosa facessero da quelle parti e a quell’ora.

I 3 hanno tentato la fuga e ne è nato un inseguimento a piedi. Il 33enne è stato raggiunto e bloccato dai carabinieri dopo una breve colluttazione. Gli altri 2 sono riusciti a sfuggire.
Perquisito, è stato trovato in possesso di una pistola calibro 9. L’arma – con la matricola punzonata – aveva il colpo in canna. Nel caricatore altri 8 proiettili.
L’arrestato è stato condotto al carcere in attesa di giudizio. L’arma verrà sottoposta ad accertamenti tecnici per verificare il suo utilizzo in fatti di sangue. Sono in corso indagini per identificare i 2 uomini fuggiti alla cattura.

Continua a leggere



Napoli e Provincia

Arzano nel degrado, strade allagate e cumuli di rifiuti

Pubblicato

in

“Arzano va salvata dal degrado e dalla camorra. E’ una cittadina abbandonata a se stessa. In via Vittorio Emanuele III, di fronte al campo sportivo Sabatino De Rosa, insiste da tempo una condizione vergognosa.

Cumuli e cumuli di rifiuti di vario genere e dimensioni ammassati nell’immobilismo generale. Inoltre, le piogge abbondanti, trasformano le strade in torrenti impraticabili per gli automobilisti e i pedoni. E’ surreale che esistano realtà del genere. Va sottolineato che simili scempi si raggiungono anche con la partecipazione di chi approfitta della situazione per agire da incivile. E’ tempo di agire, lanciamo SOS per salvare Arzano. Ho chiesto un incontro con il Commissario prefettizio”. Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde.

“ Ho ricevuto numerose segnalazioni che non posso ignorare, ha aggiunto Borrelli, i cittadini sono sconcertati, meritano risposte e fatti concreti. Non si può consentire il perdurare di simili condizioni, occorre risolvere e stanare i responsabili. Continuare a tacere e restare immobili rende tutti responsabili”.

Continua a leggere



Le Notizie più lette