Seguici sui Social

Cinema

Premio Paolo Villaggio, il 28 e 29 luglio a Pozzuoli nell’ambito del festival ‘Verba Ridens’

PUBBLICITA

Pubblicato

il

Paolo-Villaggio


Nell’ambito del festival “Verba Ridens”, il 28 e 29 luglio, il “Premio Paolo Villaggio”. Al Rione Terra di Pozzuoli una rassegna di eventi che ruotano intorno alla figura dell’artista, ideata da Stefano Sarcinelli, Maurizio Marino ed Annalisa Montaldo

 

Martedì 28 e mercoledì 29 luglio, a partire dalle 18,30, si svolgerà, al Rione Terra di Pozzuoli, la prima edizione del “Premio Paolo Villaggio”, ideata da Stefano Sarcinelli, Maurizio Marino ed Annalisa Montaldo. Con il contributo della regione Campania con Scabec e del Comune di Pozzuoli, l’evento s’inserisce nell’ambito del Festival “Verba Ridens” e gode dello speciale sostegno e della partecipazione di IDN (Itinerari Di Napoli – itineraridinapoli.com), l’azienda che, ideata da Massimiliano Sacchetto e Carmela Autiero, racconta e promuove il territorio e le sue eccellenze e guida molti imprenditori, e non solo, sull’utilizzo degli strumenti digitali e della comunicazione sul web. IDN, inoltre, sarà, a breve, accanto all’attore e regista Danilo Rovani nella produzione di un cortometraggio che vedrà nel ruolo di protagonisti Massimiliano Gallo e Shalana Santana.

Un doppio appuntamento, dunque, dedicato alla comicità, alla musica, al teatro, alla letteratura e al cinema in onore di Paolo Villaggio con la presenza di grandissimi ospiti e completamente aperto al pubblico.

Si comincerà con l’inaugurazione della mostra di Daniele Bigliardo, alle ore 18 di martedì 28, presso Palazzo Migliaresi, per poi tuffarsi in un susseguirsi di appuntamenti. I convegni sulla letteratura umoristica vedranno coinvolti Francesco Paolantoni, Stefano Sarcinelli, Lorenzo Hengeller, Michele Serio, Massimo Andrei, Daniel Agami, Giobbe Covatta, Carlotta Mazzoncini ed Eduardo Tartaglia. I contributi video e gli interventi sulla figura di Paolo Villaggio saranno, invece, di Daniele Liburdi, Massimo Mescia, Milena Vukotic, Neri Parenti, Pupi Avati, Piero Villaggio, Stefano Antonucci, Pino Imperatore, Elisabetta Villaggio e Mario Sesti. Nella seconda parte di entrambe le giornate delizieranno il pubblico con i loro spettacoli Giobbe Covatta, Quelli di Lercio, Massimo Andrei e Marco Marzocca. Ci sarà spazio anche per le note con un concerto curato da Gabriella Marino dedicato al rapporto tra Paolo Villaggio, Genova e la musica.

LEGGI ANCHE  De Luca: 'Completeremo l'ampliamento dell'ospedale di Pozzuoli e il nuovo a Giugliano'

Con lo sguardo rivolto al futuro saranno, inoltre, premiati nel campo della letteratura umoristica, conseguentemente al concorso “Perché ridere è una cosa seria”, alcuni giovanissimi autori delle scuole superiori in collegamento con gli istituti che hanno partecipato, dando la possibilità agli studenti di presentare testi comico umoristici scelti da una giuria specializzata e competente e poter così ricevere un riconoscimento dedicato proprio al grande Paolo Villaggio. Alcuni dei testi scelti, oltre a quelli premiati, saranno letti e pubblicati in un audio libro a testimonianza del lavoro dei ragazzi e della loro arte.

Infine, nel corso della rassegna non mancheranno protagonisti eccellenti di altre realtà del territorio campano come quello della moda e del settore vinicolo. Interverrà, infatti, la stilista partenopea Chiara De Concilio con le sue creazioni, indossate dall’attrice Denise Capuano, protagonista del cortometraggio “L’amore oltre il tempo”, vincitore del Globo d’oro 2020 per la regia di Emanuele Pellecchia. Il suo brand, di matrice etnica e visitabile sul sito ufficiale chiaradeconcilio.it, è specializzato in total look donna made in Italy caratterizzato dalla femminilità ed eleganza dello stile, da colori etnici e linee moderne con una distribuzione che promuove l’azienda partenopea nel Nord d’Italia e all’estero. Causa le restrittive misure anticovid, non si potranno gustare i vini di Basile, risultato di vitigni millenari, tenuti con cura e di una lavorazione tradizionale che affonda le origini nel cuore della Campania, a pochi kilometri da Napoli. Si rimedierà dando in omaggio agli ospiti il nuovo pregiato prodotto con la linea di etichette disegnata interamente da Massimiliano Sacchetto. La giovanissima imprenditrice Simona Basile rappresenta oggi la ricerca portata avanti nel tempo dagli enologi, tutelata in modo che l’innovazione tecnologica permetta di conservare un sapore antico ma sempre attuale. Tutti gli ospiti della rassegna potranno degustare le prelibatezze del luogo presso “A Casa Mia” (via Serapide, 33).

Per info consulta il sito premiopaolovillaggio.it



Continua a leggere
Pubblicità

Cinema

Esce domani su Prime Video ‘Anime Borboniche’, il film girato alla Reggia di Caserta con la partecipazione di Margi Villa Del Priore

Pubblicato

il

Esce giovedì 14 gennaio su Prime Video “Anime Borboniche”
Nel cast Margi Villa Del Priore che ha collaborato anche all’organizzazione generale del film girato alla Reggia di Caserta

Distribuito da 102 Distribution, il film ‘Anime Borboniche’ di Paolo Consorti e Guido Morra girato nella Reggia di Caserta.

Prodotto da Opera Totale, con Paolo Coviello e Vittorio Maione, con la produzione esecutiva di Cameraworks, il film racconta il mondo delle rievocazioni storiche che coinvolge migliaia di persone in Italia: I figuranti, le ‘anime borboniche’ del titolo, sono le donne e gli uomini che, per pura passione e senza nessun compenso, vestono i panni degli aristocratici e delle figure di spicco dei Borbone nelle rievocazioni che si tengono alla Reggia di Caserta e in giro per la Campania. Qui si mischiano alle persone comuni, disfacendo la realtà, aumentandola e creando un effetto spiazzante e buffo.

locandina Anime Borboniche

Il film si addentra dunque nel rapporto tra persone comuni e figuranti in costume del Settecento tra cui il protagonista, il cocchiere vestito di rosso interpretato da Ernesto Mahieux, lasciato a piedi dalla moglie (Susy Del Giudice) prima di raggiungere la Reggia di Caserta. Il povero uomo, vestito da cocchiere borbonico, senza portafoglio né telefono, avrà così una serie di incontri sorprendenti. Tra questi, Fra Giacinto, interpretato da Giobbe Covatta, alle prese con una madre in cerca di aiuto per il proprio figlio, interpretata da Margi Villa Del Priore, che suo malgrado si trova coinvolta nell’ironica contrapposizione tra figuranti e persone “in borghese”.

LEGGI ANCHE  Napoli, agguato al rione Berlingieri: pregiudicato ferito alle gambe

Un personaggio che calza perfettamente alla verve comica dell’attrice napoletana che ha contribuito al film anche nell’organizzazione generale, diventata un’altra sua specializzazione professionale grazie alla spinta della gavetta nelle maestranze maturata negli anni con tante fiction di successo girate nella sua seconda città, Salerno, tra cui “Capri”, “Assunta Spina”, “2 imbroglioni e mezzo”, poi con il ruolo di location manager per film “Attenti al gorilla” di Luca Miniero fino alla collaborazione con una grande produzione come il film “Tenet” di Nolan girato in Costiera Amalfitana nel 2019.

Leggi anche: https://www.cronachedellacampania.it/2021/01/emergenza-sangue-in-campania-tanti-donatori-dopo-lappello-di-borrelli-e-simioli/?refresh_ce

Napoletana di nascita, salernitana di formazione e romana di adozione, classe 1975, attrice, regista, direttrice artistica, Margi Villa Del Priore lavora da 30 anni in teatro. Formatosi alla corte del Teatro Popolare Salernitano, per poi trasferirsi per anni tra Parigi e Clermont Ferrand, dopo aver frequentato l’Accademia Drammatica del Teatro Bellini a Napoli frequenta corsi di perfezionamento dell’attore e laboratori in tutto il mondo dall’Odin Teatret all’Accademia Silvio d’Amico a Roma, alla New York Film Academy Los Angeles, conseguendo due lauree in Scienze Politiche e in Storia e critica del cinema. Pasionaria interprete sul palco come nel grande e piccolo schermo, tra film e fiction, ha all’attivo anche sei regie e si prepara alla sua settima regia, lavorando nel frattempo anche come affiancamento alla produzione e organizzazione in film e fiction prestigiose. Il lavoro è la sua arte di vita.

Continua a leggere

Le Notizie più lette