Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Arte e Musei

Estate d’Arte al Centro Studi Pietro Golia con le mostre dedicate a Giuseppe Pallitto e Mila Maraniello

Pubblicato

in

estate-darte-centro-studi-pietro-golia


Estate d’Arte al con le dedicate a Giuseppe Pallitto e Mila Maraniello

 

Giovedì 23 Luglio 2020, alle ore 18:00, presso il Centro Studi Pietro Golia – Via Renovella 11, – sarà inaugurata la doppia personale dedicata al noto paesaggista lucano Giuseppe Pallitto ed alla giovane digital-artist napoletana Mila Maraniello.
Due generazioni distanti e due visioni dell’arte visiva diverse tra loro, ma accomunate entrambe dalla passione per l’arte e l’appartenenza alla nostra Terra.

https://www.facebook.com/centrostudipietrogolia/

Nato ad Atella (PZ) nel 1953, il maestro Pallitto ritorna a Napoli – dopo la pausa forzata dovuta al COVID-19 – con una rinnovata e ritrovata illuminazione creativa, carica di immediatezza e freschezza del tratto: trenta grafiche acquerellate costituiscono la sua personale “Napoli nel XIX° Secolo”.
“Donna Terra” è invece il titolo della personale della giovanissima Mila Maraniello, dove l’artista – nata a Napoli nel 2000 – propone una serie di illustrazioni dedicate alle varie età della donna utilizzata come allegoria della nostra Terra, il Sud, così martoriato ma ancora così combattivo.
Al vernissage della mostra saranno presenti, oltre agli stessi artisti Giuseppe Pallitto e Mila Maraniello, anche il Prof. Luigi Branchini – presidente del Centro Studi Pietro Golia – ed il sociologo e giornalista Ivan Guidone, coordinatore artistico delle personali.
«Dopo il blocco di ogni attività culturale ed artistica – afferma Luigi Branchini – il Centro Studi Pietro Golia vuole ripartire con questa doppia esposizione per riconfermare la volontà di unire la passione per i libri con quella della valorizzazione dell’arte e degli artisti.»
Il doppio appuntamento Estate d’Arte al Centro Studi Pietro Golia sarà visitabile gratuitamente per tutto il periodo estivo sino alla fine di Settembre, tutti i giorni (esclusi i festivi).

Per informazioni, potete telefonare allo 0813798055 o scrivere  a centrostudipietrogolia@gmail.com

 

Continua a leggere
Pubblicità

Arte e Musei

Al tempio di Serapide si parte il 26 settembre con Temp(i)o scuola e il 27 settembre il tempio del Benessere

Pubblicato

in

A poche settimane dalla sua apertura il Tempio di Serapide, l’antico Macellum di Pozzuoli, è palcoscenico di eventi e attività che coinvolgono il tessuto cittadino. Si parte il 26 e il 27 settembre in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2020 e si continua il 3-4 ottobre per il Festival dello Sviluppo Sostenibile 2020 (evento a cura di ASVIS -Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile).

L’agenda è fitta di appuntamenti organizzati da ATI Macellum, l’associazione d’imprese che ha preso in concessione l’antico sito archeologico in partenariato con il parco archeologico dei Campi Flegrei e costituita da: Terra dei Miti Srl, Associazione Amartea, Aporema onlus e Graficamente srl. L’obiettivo dell’associazione è dare nuova linfa al sito puteolano rendendolo fruibile al pubblico con eventi e spettacoli, in collaborazione con il Parco Archeologico dei Campi Flegrei.

Gli eventi più imminenti riguardano le GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO e sono in programma per sabato 26 settembre e domenica 27 settembre. Di seguito il programma delle giornate.

 

Sabato 26 settembre – TEMP(i)O SCUOLA –Fare scuola en plein air

Ore 9:00, ore 12:00 e ore 13:00 – Visite guidate con guida turistica autorizzata.

Ore 9:30-11:30 – Silent Music Walking Tour con l’Associazione FlegWorkout: passeggiata dinamica con partenza Macellum per il centro storico di Pozzuoli passando per il porto, il Rione Terra, Villa Avellino e l’Anfiteatro Flavio.

Ore 10:00 – Visita guidata teatralizzata a cura dell’Associazione Amartea in collaborazione con gli studenti del Liceo Vittorini. Alle 12:00 riparte l’attività per il secondo turno.

Ore 10:00 – Laboratorio “Il gioco dei Faraoni” a cura de La Terra dei Miti.**

Ore 10:00 – laboratorio “rifleSsi_colOri_traSParenze_riflEsSi” a cura dell’Associazione Aporema ONLUS**

 

Domenica 27 settembre – TEMPIO DEL BENESSERE

Ore 9:00, ore 12:00 e ore 13:00 – Visite guidate con guida turistica autorizzata*

Ore 9:30 – Caccia al Tesoro per il centro storico di Pozzuoli. I partecipanti scaricheranno sul loro smartphone l’innovativa App Treasure Hunter (qui le istruzioni per scaricare e giocare https://www.thgame.it/istruzioni/),tramite la quale potranno leggere e risolvere gli enigmi, cercare i Qr code collocati nei pressi delle Tappe per inquadrarli e ottenere l’enigma successivo.

Ore 10:00 – Sarà organizzata una dimostrazione di Masterclass di Gyrokinesis/Taijquan per far conoscere al pubblico le attività che si svolgeranno a partire dall’apertura ufficiale.

Ore 10:00 – Visita guidata teatralizzata a cura dell’Associazione Amartea in collaborazione con gli studenti del Liceo Vittorini. Alle 12:00 riparte l’attività per il secondo turno.

Ore 10:00 – laboratorio “rifleSsi_colOri_traSParenze_riflEsSi” a cura dell’Associazione Aporema ONLUS.**

Ore 10:00 – Laboratorio “Il gioco dei Faraoni” a cura de La Terra dei Miti.**

*Le visite guidate sono per gruppi di max 20 persone. Indossare mascherina e scarpe comode.

**L’inizio dei laboratori, per bambini dai 6 agli 11 anni, sarà preceduto da una visita guidata esclusiva. I bambini realizzeranno un prodotto che potranno portare a casa.

 

Prenotazione obbligatoria al n° 3429505775 o all’indirizzo email info@macellumpozzuoli.it, indossare scarpe comode.

 

Continua a leggere



Arte e Musei

Castellammare, inaugurato il Museo Archeologico di Stabiae Libero D’Orsi

Pubblicato

in

Castellammare. Inaugurato oggi il Museo Archeologico di Stabiae Libero D’Orsi.

 

Nel giorno dell’inaugurazione del Museo Archeologico di Stabia Libero D’Orsi, il direttore generale dei musei Massimo Osanna risponde alle prime curiosità: “Un momento storico questo perché finalmente restituiamo alla città di Castellammare e alle altre limitrofi un patrimonio per troppo tempo chiuso in casse. La realizzazione delle sale è stata affidata all’architetto Cremascoli, riutilizzando vetrine dello stesso Antiquarium risalenti agli anni ’50 del secolo scorso.”
Osanna continua con i ringraziamenti a Libero D’Orsi e al Comitato degli Scavi di Stabiae.

E ancora: “La politica del museo Libero d’Orsi sarà cominciare subito per step. Per ora ci si occupa di questa prima parte, poi si passerà alla seconda parte del museo, che sarà allestita in un’ala al primo piano. Probabilmente sarà allestito per l’anno prossimo.”

Per quanto riguarda la valorizzazione, continua:”Questo contenitore deve cominciare a vivere, faremo già convenzioni con scuole e università affinché venga valorizzato al meglio.

Il Museo ospita reperti provenienti dalle ville romane di Stabiae quali Villa San Marco, Villa Arianna, Secondo Complesso, Villa del Pastore, Villa del Petraro, Villa di Carmiano, nonché dalla Necropoli di Santa Maria delle Grazie e dal Santuario extraurbano sito in località Privati.

Presente anche il Sindaco di Castellammare di Stabia Gaetano Cimmino, che commenta così l’apertura del Museo: “Questo sarà solo il primo passo per la valorizzazione di Castellammare. Abbiamo investito circa 4 milioni di euro per il viale degli Ippocastani (il viale che conduce alla Reggia),per museo e per il parco della reggia… Restituiamo ai cittadini le bellezze ineguagliabili che questa città offre.”
Osanna conclude così:”Dobbiamo fare in modo che questo luogo diventi facilmente raggiungibile. Abbiamo già avviato degli accordi con il sindaco su ciò, dopodiché sarà più facile la sua valorizzazione e la sua fruibilità. Sono al vaglio biglietti integrati da Pompei per visitare questo luogo. Abbiamo pensato di chiudere il parco archeologico di Pompei il lunedì per aprire quel giorno anche gli altri siti”.
Presenti all’evento gran parte dell’amministrazione comunale: il vicesindaco Calí, l’assessore Carosella, Amato, Russo, Esposito, il direttore editoriale Luigi Vicinanza, il presidente del parco regionale dei Monti Lattari Tristano dello Ioio.

Non sarà presente all’evento il Ministro dei beni, delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini.

Ivana Rita Afeltra

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette