Addio a Roberto Faraone Mennella, il gioiellere di Torre del Greco amato dalle star

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il designer, originario di Torre del Greco, aveva 48 anni. E’ deceduto dopo nove mesi di lotta contro il cancro.

Addio a Roberto Faraone Mennella, designer e gioielliere originario di Torre del Greco che ha in poco meno di vent’anni è diventato una delle grandi firme italiane della gioielleria nel mondo del lusso, conquistando anche Hollywood. E’ morto a 48 anni dopo aver lottato con un tumore per circa nove mesi e, ad annunciare la triste notizia è stato il socio in affari Amedeo Scognamiglio, con cui aveva fondato la società R.F.M.A.S e che gli è rimasto accanto fino all’ultimo minuto.

“Il mio migliore amico, la mia roccia, il mio mentore, i miei ‘occhi’, il mio primo appuntamento e l’amore infinito è ora luce. Robi è finalmente libero, sano, sorridente, sta felicemente disegnando gioielli nella sua nuova casa in cielo”, ha scritto sui social.

L’ultimo saluto, in forma privata, avrà luogo nella cappella della sua famiglia.

Con i suoi gioielli, il giovane Faraone Mennella ha conquistato lo star-system americano: dalle dive di Hollywood come Sarah Jessica Parker nella serie ‘Sex and the City’ a Charlize Theron e Meryl Streep che ne ‘Il diavolo veste Prada’ indossa una sua collana; ma anche Beyoncé e Rihanna hanno indossato gioielli da lui creati, fino a Michael Jordan e Spike Lee alla notte degli Oscar del 2019.

Nel 2001, assieme ad Amedeo Scognamiglio, ha fondato la società R.F.M.A.S. (loro iniziali), con il desiderio di coniugare le rispettive esperienze e aspirazioni. Scognamiglio all’epoca lavorava nell’azienda di famiglia nella produzione di cammei e corallo a Torre del Greco; Faraone Mennella, dopo la laurea in legge all’Università Federico II di Napoli, invece aveva appena terminato gli studi alla Parsons School of Design di New York ed aveva avviato un progetto di gioielleria contemporanea. I due creativi dopo Londra, New York, Los Angeles, Pechino e Hong Kong hanno aperto nel 2012, a Capri, la prima boutique italiana.

Roberto Faraone Mennella, lo scroso 17 maggio, aveva annunciato su Instagram di essere malato, con una foto che lo ritraeva ormai provato dal tumore contro cui stava lottando da otto mesi. In quell’occasione invitò i suoi followers a non uscire di casa per la pandemia da Coronavirus, perché avrebbe potuto arrecare danni ai soggetti più deboli e a chi come lui combatteva contro il cancro.






LEGGI ANCHE

Casoria, 60 chili di droga nascosti nel vano lavanderia: arrestati padre e figlio

I due incensurati di 62 e 25 anni sono stati trovati in possesso di ben 60 chilogrammi di marijuana

Maurizio Costanzo: stasera il ricordo al Teatro Parioli

Il 24 febbraio 2023, il mondo della televisione italiana ha perso Maurizio Costanzo, una delle figure più influenti tra giornalisti, scrittori e presentatori. A...

Presentazione libro ‘I superbi. Una donna fra amori e vendette’ di Corrado Occhipinti Confalonieri alla Libr…

Martedì 20 febbraio alle ore 18.00 alla Libreria Raffaello (Vomero - NA) presentazione del libro di CORRADO OCCHIPINTI CONFALONIERI. Interviene l’autore CORRADO OCCHIPINTI CONFALONIERI Modera l’incontro...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE