Recitazione, riflessione, approfondimento e tante sorprese: tutto questo è l’ultimo appuntamento di “Teatro casalingo”, in programma giovedì 14 maggio alle ore 17. Il format dell’Associazione Scena Teatro, condotto dal Direttore artistico Antonello De Rosa ed il Direttore organizzativo Pasquale Petrosino ed in onda attraverso facebook, e www..com durante l’emergenza sanitaria da covid-19, “ospita” gli attori Gennaro Cannavacciuolo, Errico Liguori e Francesca Pica. In una recita scolastica, ad appena 8 anni, ha vestito i panni di Pinocchio. Poi, per il napoletano Cannavacciulo, il lungo percorso di studio e la “chiamata” di Eduardo De Filippo. Appassionato di canto e ballo, è stato il primo interprete in Italia dello spettacolo “Cabaret”. Ha lavorato con artisti del calibro di Enzo De Caro, Carlo Vanzina e Ricky Tognazzi. In tv ha recitato nella serie tv “L’amore strappato” mentre al cinema in “Ladri di futuro” e “La vita è una cosa meravigliosa”. Anche per Liguori, diplomatosi presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico, la passione per la recitazione nasce sin dall’infanzia. L’attore partenopeo ha avuto la fortuna di poter lavorare con Roberto Pappalardo, Michele Monetta, Anna Marchesini e Declan Donnellan. I personaggi più singificativi della sua carriera? Lo scugnizzo nelle commedia di Eduardo e Viviani, Capitan Uncino, Mercuzio e Iago. Attrice e musicista, la salernitana Pica si forma presso l’Accademia dello Spettacolo diretta da Antonio Casagrande. Riceve la menzione speciale alla recitazione, DOIT Festival 2018, con lo spettacolo “Tàlia si è addormentata”. Sempre nello stesso anno, con la supervisione di Elena Bucci, debutta con il progetto teatrale “Mare”.

LEGGI ANCHE  Don Luigi Ciotti su nomina Battaglia: 'Un pastore anche per molti giovani'
ADS



Regina Ada Scarico, ha lavorato per oltre 15 anni nel mondo del teatro e dello spettacolo in generale e ha avuto esperienze molto lunghe in qualità di amministratrice e coordinatrice di compagnia in spettacoli complessi, con numerosi attori e personale. Ha curato, sempre nell’ambito delle compagnie teatrali e anche nell’ambito più generale dell’organizzazione di eventi, sia i rapporti con Enti e soggetti terzi sia quelli con la stampa e il mondo dei mass media, avendo gestito più volte in piena autonomia l’ufficio stampa in occasione di spettacoli, rassegne, mostre ed eventi

    Talia Mottola di ‘Radici & Cultura’ lancia un appello al direttore del Parco Archeologico di Paestum

    Notizia precedente

    Evasione fiscale sequestro beni di 1,8 milioni di euro a clinica del Casertano

    Notizia Successiva

    Ti potrebbe interessare..