Casal di Principe. Un vero e proprio lager per cani da combattimento, in particolare pitbull tenuti in pessime condizioni e privi del microchip, è stato scoperto dalla Polizia a Casal di Principe.

Il proprietario, un ragazzo di 20 anni, con precedenti per stupefacenti, porto e detenzione di oggetti atti ad offendere e ricettazione, è stato denunciato per il reato di maltrattamenti di animali.

I poliziotti del Posto Fisso di Casapesenna sono intervenuti in un’abitazione dove erano stati segnalati maltrattamenti di animali e combattimenti tra cani, tra l’altro fatti accoppiare per alimentare il mercato illegale. Gli agenti si sono trovati di fronte una situazione drammatica, con sette pitbull legati a catene fissate verticalmente alla soffitta dell’abitazione, e privi di qualsiasi basilare cura. In particolare, su uno degli animali, una femmina dell’eta’ di circa 4 anni, sono state riscontrate numerose cicatrici di ferite pregresse, riconducibili a combattimenti con altri animali. Sono intervenuti anche i veterinari della Asl di Caserta. Uno dei cani sequestrati e’ stato affidato, dopo registrazione all’anagrafe canina, ad una persona ritenuta idonea mentre gli altri cani sono stati affidati ad una struttura

Giugliano, il padre del bimbo annegato ferito in un incidente stradale: è in gravi condizioni

Notizia Precedente

Napoli, aggressioni ai vigili e lunga notte di traffico e bivacchi sul Lungomare

Prossima Notizia

Iscriviti alla Newsletter per leggere le ultime notizie


Ti potrebbe interessare..