Pubblicità

“Siamo stati esposti fino all’ultimo momento, hanno continuato a tirare la corda per vedere se si poteva continuare a giocare, fino a quando la situazione non e’ stata insostenibile e il sistema sanitario e’ crollato”: il difensore dell’Inter Diego Godin, tornato in Uruguay cpn l’ok del club, racconta la situazione in Italia in un’intervista a ESPN, criticando anche alcune decisioni e l’operato delle istituzioni. “Abbiamo continuato a giocare per settimane – continua Godin – abbiamo continuato l’allenamento e giocato a porte chiuse anche contro la Juve, dove poi e’ stata rilevata la positivita’ di Rugani. Noi e gli juventini siamo stati messi in quarantena e li’ il campionato si e’ fermato. Sicuramente in quella partita c’erano altri giocatori potenzialmente infettati, quindi hanno messo direttamente in quarantena tutti noi”.


Pubblicità'

Ti potrebbe interessare..