Sale a 1.242 il bilancio dei positivi in Campania dall’inizio dell’emergenza coronavirus. L’Unità di crisi della Regione Campania comunica che sono pervenuti i risultati degli esami su 401 tamponi, 43 dei quali risultati positivi. All’ospedale Cotugno di Napoli sono stati esaminati 294 tamponi, 24 dei quali positivi; all’ospedale Ruggi d’Aragona di Salerno sono stati analizzati 59 tamponi di cui 12 risultati positivi, e al Moscati di Aversa sono stati esaminati 48 tamponi di cui 7 positivi. Il totale complessivo dei test eseguiti in Campania è di 8.035.  I ricoverati con sintomi in Campania sono 318, 123 quelli in terapia intensiva. Sono 631 invece i pazienti in isolamento domiciliarE tra questi c’è anche un bimbo di 6 mesi, figlio di genitori positivi. Il piccolo, che era ricoverato al Santobono, è stato trasferito con febbre alta e problemi respiratori, nel reparto pediatrico Covid-19, allestito nel Policlinico Federico II di Napoli.

E’ salito a 76 il numero dei morti per coronavirus in Campania dopo una impennata negli ultimi due giorni con oltre una dozzina di vittime. l virus ha mietuto altre due vittime a Pozzuoli, in provincia di Napoli. Nell’ospedale civile flegreo, dove erano ricoverati, si sono spenti, il marito dell’anziana donna di Monterusciello deceduta domenica sera e un medico di famiglia, originario di Napoli e residente da anni nella zona di Arco Felice. Salgono cosi’ a 4 le vittime da Covid 19 a Pozzuoli, dove sono 17, al momento, i contagiati. Il medico, molto noto ed apprezzato per la sua dedizione verso i pazienti nell’area flegrea, ha lottato per una settimana prima di doversi arrendere. Tanta apprensione, invece, si registra da parte dei condomini dei due anziani deceduti a Monterusciello per una possibile espansione dell’epidemia. Hanno chiesto a piu’ riprese alle istituzioni sanitarie e comunali di essere sottoposti al controllo con tampone. I familiari dei due anziani hanno fatto sapere che si sono posti in quarantena volontaria e soprattutto sono in attesa di conoscere l’esito dei risultati dei tamponi eseguiti sui due congiunti, in quanto il contagio non e’ stato acclarato: “Rispettate il nostro lutto e non ci molestate!” hanno scritto via socia