Oroscopo di oggi 12 aprile 2024

Coroinavirus, in Campania obiettivo 250 kit di terapia intensiva

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Il primo obiettivo ora e’ reperire le attrezzature per completare il programma dei nuovi posti in terapia intensiva e aumentare la dotazione a disposizione degli addetti della sanita’, ne servono circa 500.000 ogni sette giorni”. Cosi’ Roberta Santaniello, dirigente dell centrale acquisti della Regione Campania, spiega il programma di lavoro che sta seguendo la struttura regionale per affrontare il coronavirus. “Andiamo avanti – spiega – con il reperimento sul mercato dei ventilatori e di tutte le attrezzature per la terapia intensiva, lo facciamo di pari passo con il lavoro delle aziende ospedaliere che stanno eseguendo dei lavori per adeguare alcuni locali degli ospedali a ospitare i nuovi posti letto: la Regione ha operato un piccolo cambio di programma spingendo le aziende sanitarie a usare posti gia’ disponibili, riconvertendone i posti letto e allestendoli con le nuove apparecchiature acquistate. Tra le priorita’ nell’acquisto ci sono i ventilatori polmonari mobili che ci servono anche nella pneumologia sub intensiva e tutte le apparecchiature per monitorare i pazienti”. Il lavoro della Regione prosegue in sintonia con quello della struttura commissariale nazionale di Domenico Arcuri: “La gara Consip – spiega Santaniello – ha accentrato tutto quello che c’e’ sul mercato. Ora il presidente De Luca e’ in contatto con la struttura nazionale per avere chiaramente una parte dell’acquisto Consip. In proporzione ai posti letto che vogliamo attivare in terapia intensiva e sub intensiva ci servono circa 250 ventilatori fissi, ricordo che ogni ventilatore puo’ attivare diversi posti letto. La Regione ha avuto assicurazioni da Roma che arriveranno”.

Altra corsa all’acquisto e’ quella sulle mascherine per gli operatori sanitari che ne lamentano la scarsita’ anche in Campania: “Abbiamo provveduto – prosegue Santaniello – ad un acquisto con la spedizione che comincera’ ad arrivare tra stanotte e i prossimi giorni. Si tratta di mascherine chirurgiche mentre e’ sempre difficile reperire le mascherine ffp2, ma ci stiamo lavorando intensamente. Ci stiamo muovendo anche sulle mascherine di tessuto non tessuto che vengono realizzate da aziende italiane, anche in Campania. Ci sono diverse aziende che si stanno riconvertendo a questa produzione. Il fabbisogno sanitario e’ di 500.000 mascherine ogni sette giorni, quindi ci stiamo muovendo su quantitativi di milioni di mascherine. A breve metteremo sul sito della Regione una mail a cui potranno scrivere le aziende che stanno iniziando a produrre queste mascherine e chiederemo loro di rispondere ai requisiti richiesti dall’Istituto Superiore di Sanita’ e di informarci delle quantita’ che possono vendere”.


Torna alla Home


Scampia, spacciava eroina in strada: arrestato 51enne

Nella mattinata di ieri, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, durante il servizio di controllo del territorio in via Annamaria Ortese nel quartiere di Scampia, hanno notato una persona all’esterno di uno stabile che, dopo aver ricevuto una banconota, ha consegnato qualcosa ad un soggetto che si...

Napoli, presi i ladri dei Decumani: furto di un Rolex da 50mila euro a un turista

Traditi dalla targa dello scooter e grazie alla caparbietà degli investigatori due esperti e spericolati ladri di orologi di lusso stamane sono finiti in manette. La Polizia di Stato ha infatti eseguito questa mattina un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Napoli nei confronti di...

Per non sentirti sola, ultimo singolo di Kira

Kira pubblica il suo ultimo singolo intitolato "Per non sentirti sola", una canzone che nasce da una profonda esperienza personale e affronta tematiche universali legate alla perdita e al processo di lasciar andare. La canzone trae ispirazione da una storia personale di Kira e offre un'emozionante riflessione sul dolore della...

 Avellino, paziente di Napoli risarcito di 45mila euro dall’ospedale Moscati

L'Ospedale Moscati di Avellino ha concordato di versare un risarcimento di 45mila euro per evitare una condanna giudiziaria in relazione a un caso di intervento inutile a cuore aperto su un uomo di cinquant'anni proveniente da Napoli. Lo Studio Associati Maior, che ha rappresentato il paziente, ha confermato che quest'ultimo...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE