Salerno,gestiva l’attività di spaccio utilizzando messaggi online con il cellulare: pregiudicato arrestato dalla Polizia

Nell’ambito di una specifica attività mirata a contrastare il traffico e lo spaccio di sostanze stupefacenti nella città di Salerno, gli agenti della Polizia di Stato della Squadra Mobile – Sezione Criminalità Diffusa, nella serata di ieri 6 febbraio, effettuavano un servizio di osservazione e pedinamento nelle zone di via Ostaglio e via delle Calabrie, […]

google news

Nell’ambito di una specifica attività mirata a contrastare il traffico e lo spaccio di sostanze stupefacenti nella città di Salerno, gli agenti della Polizia di Stato della Squadra Mobile – Sezione Criminalità Diffusa, nella serata di ieri 6 febbraio, effettuavano un servizio di osservazione e pedinamento nelle zone di via Ostaglio e via delle Calabrie, in zona Fuorni a Salerno, ove era stata segnalata una fiorente attività di spaccio gestita da un soggetto,
pluripregiudicato, noto alle forze dell’ordine anche per il legame con gruppi della criminalità organizzata, identificato per M.D., salernitano di anni 60. Lo stesso potendo contare sulla disponibilità di ben tre telefonini, a bordo di un’utilitaria, riceveva i contatti, utilizzando una diffusissima piattaforma di messaggistica e consegnava la sostanza stupefacente direttamente all’acquirente.
Nel corso del pomeriggio, gli investigatori, individuata l’auto, decidevano di
seguirla e, dopo attento appostamento, osservavano l’uomo che a bordo
dell’utilitaria veniva avvicinato da un cliente. Dopo avergli consegnato una
banconota da 20 euro, quest’ultimo riceveva un involucro contenente una
sostanza, successivamente rivelatasi alle analisi della Polizia Scientifica di tipo
cocaina – crack. Gli agenti pertanto decidevano di intervenire, per effettuare
una perquisizione personale e identificare i responsabili.
Durante la perquisizione, veniva rinvenuta la somma complessiva di 765 euro
in banconote di vario taglio, nonché ben tre telefonini dove erano ancora
presenti in memoria i messaggi riportanti appuntamenti, cifre e quantità
riconducibili all’illecita attività di spaccio.
Dopo le formalità di rito, l’Autorità Giudiziaria disponeva la sottoposizione
dell’uomo agli arresti domiciliari, in attesa del giudizio di convalida.

google news

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

Leggi anche

Traffico di reperti, Il soprintendente di Caserta respinge le accuse

Il Gip ha disposto la misura cautelare obbligo di dimora, ridimensionando in parte la contestazione d'accusa

Camorra, il boss Michele Zagaria assolto per i messaggi dal carcere

Per il tribunale Michele Zagaria non avrebbe gestito clan dopo arresto del 2011

‘Bella ciao’ in persiano in onore di Mahsa Amini, la giovane uccisa per il velo

In queste ore il video di 'Bella ciao' in persiano è diventato virale, e non mancano sui social commenti contro Laura Pausini

IN PRIMO PIANO

Pubblicita