PUBBLICITA'

Napoli e ProvinciaPolitica Campania

Garanzia Giovani: al CIS il punto sui risultati in Campania con l’assessore regionale Palmeri


PUBBLICITA'



Questa mattina nella sede del CIS INTERPORTO di Nola si è tenuto un incontro regionale per fare il punto sui risultati di Garanzia Giovani Campania in particolare dal punto di vista dei consulenti del lavoro, insieme ad ANPAL Servizi. «I risultati in Campania sono stati eccellenti – ha sottolineato Francesco Duraccio dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro – e i consulenti del lavoro sono stati grandi protagonisti per la riuscita del Programma europeo». «Siamo l’unica regione d’Italia che ha messo in campo una convenzione che sviluppa una fitta rete con la Fondazione Consulenti per il Lavoro – ha spiegato l’assessore regionale al lavoro Sonia Palmeri – essendo protagonisti importanti della vita delle aziende che a loro si affidano ormai non solo per la consulenza del lavoro, ma anche per le politiche attive al lavoro che in Campania non sono mai esistite».
Il presidente nazionale della Fondazione Consulenti del lavoro Vincenzo Silvestri ha avuto parole di grande elogio per il “modello Campania” che ha detto «non esiste in alcuna regione, ma punta ad esportarlo ovunque». «Un ringraziamento – ha aggiunto Palmeri – va al Presidente Nazionale Fondazione Consulenti del lavoro Enzo Silvestri, a Francesco Duraccio dell’ Ordine Nazionale e a tutti i consulenti delle diverse province, che hanno partecipato entusiasti. C’è la massima attenzione anche per la nuova fase di Garanzia Giovani che è partita con i primi 84 milioni di euro e sta già volando». «Va inoltre sottolineato – ha ancora commentato l’Assessore Palmeri – come Claudio Ricci, ad di CIS Interporto, Nando Grimaldi Presidente CIS ed Alfredo Gaetani presidente Interporto di Nola abbiano una continua e costante attenzione e disponibilità verso le concrete esigenze delle aziende del più grande polo distributivo e commerciale d’Europa». «Da qui – ha concluso Sonia Palmeri – nasce lo Spazio lavoro regionale, un posto che colloquia con le aziende rispondendo a richieste formative ed occupazionali, con la presenza diretta dei dipendenti dei centri per l’impiego. Insomma continuiamo a sviluppare un mercato del lavoro equo, efficiente ed inclusivo».



PUBBLICITA'