Bullismo, Falco (Corecom): ‘Troppi ragazzi allo sbando, famiglie poco presenti’

SULLO STESSO ARGOMENTO

“In Italia solo una famiglia su due è in grado di dettare regole comportamentali sull’utilizzo corretto delle tecnologie digitali e ciò comporta il disorientamento di migliaia di giovani nel nostro Paese. Lo ha detto Domenico Falco, presidente del Corecom Campania presentando la terza tappa di “@scuolasenzabulli”, campagna contro i fenomeni del bullismo e del cyberbullismo, promossa dal Comitato regionale per la comunicazione della Campania, che si terrà venerdì 14 febbraio alle ore 10.30 presso l’Istituto comprensivo statale “Giovanni XXIII – G.Parini” di Baiano (via Luigi Napolitano).

“Il distacco tra nativi digitali e le loro famiglie – ha aggiunto Falco, commentando l’indagine dell’associazione ‘Social Warning-Movimento Etico Digitale’ – rischia di generare incomprensioni e difficoltà che trovano sempre più impreparati gli adulti nel vivere serenamente il rapporto con il web. Nel corso dei nostri incontri con i ragazzi parleremo di come superare questa situazione con l’aiuto dei rappresentanti delle forze dell’ordine, con gli insegnanti e con i genitori in modo da fare fronte comune contro il bullismo”.

All’incontro interverranno Rosa D’Amelio (presidente del Consiglio Regionale della Campania), Enrico Montanaro (sindaco del Comune di Baiano), Vincenzo Serpico, Dirigente Scolastico, Ivana Nasti (direttore del Servizio Ispettivo dell’Agcom), Antonio Bruscino (comandante Stazione Carabinieri di Baiano, Luciano Fasolino (Comandante Tenenza Guardia di Finanza di Baiano), Umbertina Picano (Ispettore Superiore Polizia Postale), Giampiero Esposito e Michele Cotogno (assistenti capo coordinatori) e Anna Napolitano, Referente Bullismo dell’Istituto.






LEGGI ANCHE

“Giustizia per Fulvio”: la madre e l’Università di Napoli chiedono verità

"Giustizia per Fulvio" è il grido che unisce la madre di Fulvio Filace, Rosaria Corsaro, e l'Università Federico II di Napoli, dove il giovane...

Napoli, arrestato il complice del rapinatore che ferì l’ingegnere

Napoli. E' stato arrestato anche il secondo rapinatore che la sera del 29 marzo 2023 partecipò al tentato omicidio di un ingegnere che stava...

Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE