Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Avellino e Provincia

‘Aggrediti perché cinesi’, la Procura di Avellino apre un’indagine

Pubblicato

in



Due studenti di musica cinesi sono stati vittime di episodi di intolleranza e di violenza ad Avellino ed un cameriere filippino e’ stato picchiato a Cagliari, perche’ scambiato per un cinese. La psicosi coronavirus genera ancora terribili episodi di puro razzismo. I fatti di Avellino sono stati resi noti da una studentessa del Conservatorio “Domenico Cimarosa”, Young Xin Liu, nel corso di un programma dedicato alla malattia dell’ emittente televisiva “Primativvu”. Sulla base delle dichiarazioni e della denuncia presentata stamattina dal presidente del Conservatorio, Luca Cipriano, la Procura di Avellino ha aperto un’ inchiesta nel quale ipotizza i reati di lesioni e di razzismo. Le indagini sono state affidate a Carabinieri e Digos. Gli investigatori, alla presenza dei dirigenti scolastici, hanno sentito il giovane che sarebbe stato vittima dell’aggressione da parte di un gruppo di giovani del luogo. Lo studente cinese, di 23 anni, e’ originario della regione di Pechino e risiede da sei mesi ad Avellino, dove frequenta al Conservatorio il corso di laurea di secondo livello in canto lirico. Il giovane ha raccontato che nel pomeriggio di una settimana fa, nel centrale corso Vittorio Emanuele, e’ stato prima insultato da parte di un gruppo composto da almeno 20 giovani, e poi colpito da uno di loro con un pugno all’addome. Le indagini riguardano anche episodi di intolleranza avvenuti nei confronti di una studentessa, Young Xin Liu. La 22 enne risiede ad Avellino da sei anni, dove frequenta il corso di laurea per soprano. Alcuni giovani, ma anche passanti che ha incrociato per strada, le hanno piu’ volte gridato “Coronavirus”, costringendola a scappare. Conseguenze peggiori per un cameriere filippino di 31 anni, massacrato di botte la notte scorsa a Cagliari su un autobus da tre ragazzi che lo hanno scambiato per cinese. Il filippino e’ stato ricoverato all’ Ospedale “Brotzu” con un trauma facciale, la prognosi dei medici e’ di 30 giorni. L’ aggressione e’ avvenuta su un autobus della linea 9, che dal centro di Cagliari porta ad Assemini. Il 31 enne, che e’ salito poco prima delle 04 sul mezzo pubblico e’ stato provocato ed insultato da tre giovani che, scambiandolo per cinese, lo hanno accusato di aver diffuso il coronavirus e poi lo hanno colpito al volto. I Carabinieri della radiomobile di Cagliari hanno raccolto la testimonianza del giovane cameriere ed hanno trovato tracce di sangue ad una fermata dell’ autobus. I militari stanno visionando le immagini delle telecamere installate a bordo dell’ autobus per identificare i responsabili dell’ aggressione Ad Avellino il presidente del Conservatorio, Luca Cipriano, ed il direttore, Carmelo Columbro in un comunicato hanno condannato gli episodi di violenza verbale e fisica ai danni dei due studenti, definendole “atti di intolleranza e di assoluta incivilta’”. Sull’ accaduto e’ intervenuto anche il sindacato di Polizia “Lisipo” che parla di “isolato episodio di razzismo, indegno di una societa’ civile e di una provincia che ha sempre dimostrato generosita’ e spirito di accoglienza”.

Continua a leggere
Pubblicità

Avellino e Provincia

Clan Graziano, chiesto oltre mezzo secolo di pena per 5 imputati

Pubblicato

in

Clan Graziano, chiesto oltre mezzo secolo di pena per 5 imputati

Avellino. Oltre mezzo secolo la pena chiesta per i cinque imputati legati al clan Graziano di Quindici. I pm antimafia, Simona Rossi e Luigi Landolfi, hanno richiesto 14 anni per Fiore Graziano e Antonio Mazzocchi, 12 anni per Salvatore Graziano, 10 anni di reclusione per Domenico Desiderio e 9 per Ludovico Domenico Rega. L’operazione nell’agosto del 2019, quando i carabinieri del nucleo investigativo di Avellino, guidati dal capitano Quintino Russo, arrestarono i 5 imputati accusati di una serie di estorsioni e attentati intimidatori, porto e detenzione di arma, associazione a delinquere.

Tutti reati aggravati dal metodo mafioso. Nell’ordinanza c’era ampio spazio dedicato alla scarcerazione di Salvatore Cava, figlio del boss morto Biagio, finito subito nel mirino dei Graziano insieme alla madre Rosalba Fusco. Con un fucile di precisione, i killer dei Graziano si allenavano utilizzando un manichino. Lo ritrovarono nelle infinite campagne di Quindici, i carabinieri Cacciatori Puglia del Gargano ai quali avevano chiesto aiuto i colleghi di Avellino. Bianco, dalle sembianze femminili, residuo di una boutique visto che presentava anche un cinturino sul punto vita. Il fantoccio risultava stato colpito all’altezza del cuore, da due proiettili sparati con un fucile di precisione. Secondo la procura, il manichino sarebbe la conferma che gli esponenti del clan Graziano si addestravano al tiro di precisione.

 

Continua a leggere



Avellino e Provincia

Mercogliano, denuncia per un 40enne in giro di sera con ascia e roncola

Pubblicato

in

I Carabinieri della Stazione di Mercogliano hanno denunciato un 40enne di Monteforte Irpino, ritenuto responsabile di porto ingiustificato di strumenti atti ad offendere.

Durante un servizio di controllo del territorio finalizzato a garantire sicurezza e rispetto della legalità, la pattuglia ha intimato l’“Alt” al conducente di un veicolo che, in tarda serata, si aggirava con fare sospetto nei pressi di un noto esercizio pubblico di Mercogliano.

L’anomalo atteggiamento manifestato dall’automobilista ha indotto i Carabinieri ad approfondire il controllo. E all’esito di perquisizione gli operanti hanno rinvenuto nell’abitacolo dell’auto un’ascia e una grossa roncola.

Alla luce delle evidenze emerse, per il 40enne -che, opportunamente interpellato, non ha fornito una valida giustificazione in merito al porto di quanto rinvenuto- è scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino per il reato di cui all’articolo 4 della legge 18 aprile 1975, n. 110.

L’ascia e la roncola sono state sottoposte a sequestro. “

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette