”Il 2019 e’ stato un anno da incorniciare, non soltanto per le Universiadi a Napoli e in Campania, ma per i prestigiosi risultati ottenuti dai nostri atleti nelle discipline acquatiche”. Ha cosi’ dichiarato il presidente del Comitato Regionale Campano della FIN, Paolo Trapanese, nel corso della tradizionale cerimonia di premiazione degli atleti campani, distintisi nelle varie discipline natatorie nel corso della passata stagione agonistica, svoltasi presso la Sala dei Baroni al Maschio Angioino a Napoli. E’ stata anche l’occasione per fare un bilancio sullo stato degli impianti sportivi in Campania con il sindaco, Luigi de Magistris, il presidente della Federazione Italiana Nuoto, Paolo Barelli, il questore, Alessandro Giuliano, il presidente della Lega Nazionale Dilettanti e vice presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, Cosimo Sibilia, l’assessore allo Sport del Comune, Ciro Borriello, il presidente del Coni Regionale, Sergio Roncelli, e il presidente dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti, Carlo Verna. ”Napoli e la Campania si riconfermano protagoniste nello sport – ha detto de Magistris – Siamo grati ai talenti e ai giovani nostrani perche’ sono ambasciatori nel Mediterraneo, insieme possiamo vincere le prossime sfide”. ”Vogliamo che ci siano impianti aperti dalle 7 alle 23 – ha aggiunto la massima carica nazionale della FIN, Paolo Barelli – con una piena collaborazione con l’Amministrazione comunale, le societa’ e le associazioni”. La cerimonia e’ stata anche una galleria di premi speciali e riconoscimenti, tra cui il ‘Premio del Cuore’, assegnato a Tommaso e Pina Castaldo, genitori del piccolo Matteo, nato con una grave malformazione ma esempio di dedizione, determinazione, di passione nei confronti del nuoto e della vita. Premiati anche l’attore napoletano Gino Rivieccio, il commissario straordinario dell’Agenzia Regionale per le Universiadi Gianluca Basile, il presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, il consigliere scientifico della Marina Militare, Giuseppe Noschese, e gli attori Geremia Longobardo e Mario Massimiliano Cutolo, ideatori dello spettacolo ‘Uno contro Zero’ col quale hanno voluto ricordare l’indimenticabile campione di pallanuoto Enzo D’Angelo.

Gragnano, minaccia di morte mamma, sorella e nipoti: arrestato 43enne

Notizia Precedente

Maltempo: Anas, lunedi’ riapre la Statale Amalfitana L’ufficialita’ e’ arrivata al termine della visita di Borrelli

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..

Altro Sport