Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Flash News

E’ morto il giovane calciatore malato di cancro che aveva scelto la sedazione per alleviare il dolore

Pubblicato

in



 E’ morto stamattina Giovanni Custodero, il portiere di 27 anni di Pezze di Greco, frazione di Fasano , malato di sarcoma osseo. Qualche giorno fa aveva annunciato su Facebook di voler ricorrere alla sedazione profonda, per lenire il dolore. Il calciatore aveva giocato nella squadra di calcio a 5 del Fasano, nel campionato di C2. La malattia gli era stata diagnosticata nel 2017 e contro di essa aveva lottato tenacemente con il sorriso, pubblicando sui social le sue emozioni e le cure, e facendosi promotore di molte iniziative di beneficenza. Aveva anche subito l’amputazione di una gamba. Qualche giorno fa il post che aveva suscitato commozione: “Ho deciso di trascorrere le feste lontano dai social ma accanto alle persone per me più importanti. Però, ora che le feste sono finite, ed insieme a loro anche l’ultimo granello di forza che mi restava, ho deciso che non posso continuare a far prevalere il dolore fisico e la sofferenza su ciò che il destino ha in serbo per me”. Infine l’annuncio: “da domani sarò sedato e potrò alleviare il mio malessere”.

Continua a leggere
Pubblicità

Flash News

POLITICA Elezioni Campania: alla coalizione De Luca 32 seggi su 50

Pubblicato

in

Elezioni Campania: prime ipotesi, coalizione De Luca verso 32 seggi. Centrodestra e M5S si dividerebbero i 18 rimanenti.

 

Con un risultato tra il 57 e il 56%, la coalizione a sostegno di Vincenzo De Luca potrebbe arrivare a 32 seggi nel Consiglio regionale della Campania, lasciandone 18 agli schieramenti dei suoi due principali avversari, Stefano Caldoro (centrodestra) e Valeria Ciarambino (M5S). Al momento delle 15 liste a sostegno di De Luca sono sicure di avere seggi il Pd, De Luca Presidente, Campania Libera, Italia Viva e Fare Democratico Popolari. Poi le altre liste potranno eleggere consiglieri regionali con la spartizione dei resti.

Nel centrosinistra il Pd e’ avviato a essere il primo partito a Napoli e provincia, ma anche a livello regionale, confermandosi davanti alle liste del presidente. Per le opposizioni i 18 seggi saranno suddivisi con il metodo proporzionale puro e quindi al momento sui 18 posti ci potrebbe essere una spartizione di 10 seggi per il centrodestra e otto per il Movimento Cinque Stelle.

Oggi la netta affermazione del governatore uscente che porta la sfida sul 2-1. Netto il divario stando alle prime proiezioni: De Luca si attesta attorno al 67% mentre il suo rivale di centrodestra non arriva al 16%. Se le proiezioni dovessero essere confermate, De Luca avrebbe intercettato i due terzi dei consensi prosciugando di voti soprattutto il bacino del centrodestra dove non sfonda la Lega (6%).

Tra le liste molto buono il risultato della lista del presidente che si gioca il primato delle preferenze col Pd con una stima intorno al 15%. Un risultato elettorale “che non puo’ essere letto in termini di destra e di sinistra – le prime parole del rieletto governatore – ma la mia candidatura e’ stata sostenuta dal mondo progressista ma anche da tante forze moderate e da tante forze della destra non ideologica”.

“Ci aspettano mesi difficili e incombe il problema di decine di migliaia di lavoratori che perderanno la cassa integrazione: dobbiamo essere pronti con un programma di sostegno socio economico per loro e per il sistema delle imprese. Non abbiamo un minuto da perdere e già domani mattina siamo impegnati in due prime riunioni: una con i direttori generali delle Asl e delle aziende ospedaliere, l’altra con le organizzazioni agricole per cominciare a lavorare all’impostazione del nuovo programma di sviluppo rurale”. Lo scrive su Facebook il governatore rieletto della Campania, Vincenzo De Luca.

Continua a leggere



Flash News

POLITICA Regionali Campania, De Luca: “Risultato di un popolo”

Pubblicato

in

“Considero questo un risultato di popolo, che ha espresso l’unita’ delle energie positive, delle forze sane, del mondo produttivo”. Cosi’ Vincenzo DE LUCA, confermato governatore della Campania, parlando dalla stazione marittima di Napoli.

“Faccio un ringraziamento doveroso, cordiale e sentito alle cittadine e ai cittadini di Napoli e della Campania – ha detto – che hanno concesso a me l’onore di andare avanti in questa battaglia che e’ stata comunque difficile. Si e’ espressa una unita’ di popolo, e’ un esempio positivo per l’Italia”. E’ stata una “battaglia difficile” e la vittoria “non può essere definita né di destra né di sinistra”, ma di “forze che si sono riconosciute nel mio programma”. “Credo che siamo di fronte a una sottovalutazione drammatica della situazione dell’Italia. Vedo una distrazione generale, un rilassamento generale. È gia’ diventata necessaria una linea di nuovo rigore e controllo. Sarebbe irresponsabile non capire che siamo gia’ nella seconda ondata dell’epidemia”.

Ha detto ancora il confermato governatore della Campania.”Ci aspettano settimane difficili, decine di migliaia di lavoratori che termineranno la cassa integrazione. Stiamo mettendo a punto un piano socioeconomico per loro e per le imprese. Ma in questo voto c’è stata un’unità di popolo che mi permetto di indicare come modello nazionale. All’inizio della pandemia c’è stata unità nazionale, poi ci siamo persi per strada, si è fatta strada la politica politicante, la rissosità, è andata crescendo una politica tossica, segnata sempre più dall’aggressività, il calpestamento della dignità delle persone. Dobbiamo deciderci a trovare un modo di vivere la vita pubblica in modo civile.Rimango convinto che se la politica perde il suo senso umano non vale più niente”. Così Vincenzo De Luca in conferenza stampa nel suo comitato alla Stazione marittima di Napoli. “Sarebbe bene riflettere per tutti quanti per ritrovare la strada di un’unità di popolo sulle questioni fondamentali, sulla necessità di riunire gli italiani per i nostri figli, per il futuro della nazione. Domani siamo impegnati in due prime riunioni, una con i direttori generali delle Asl, l’altra sullo sviluppo rurale, non perdiamo un attimo”.

“C’è stato un clima bello, di grande compostezza ma anche di grande entusiasmo. Ho sentito un rinnovato orgoglio soprattutto di Napoli”. Il governatore ha voluto ringraziare non solo tutti i candidati che hanno sostenuto “questa battaglia”, ma anche i tanti cittadini che l’hanno votato. “Non è una piccola cosa quella che è successa – Questo mi inorgoglisce e mi dà l’energia per continuare”, ha aggiunto. “C’è stato un clima bello, di grande compostezza ma anche di grande entusiasmo. Ho sentito un rinnovato orgoglio soprattutto di Napoli”. Così il riconfermato presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, incontrando la stampa nel suo comitato elettorale allestito alla Stazione marittima della città partenopea. Il governatore ha voluto ringraziare non solo tutti i candidati che hanno sostenuto “questa battaglia”, ma anche i tanti cittadini che l’hanno votato. “Non è una piccola cosa quella che è successa – Questo mi inorgoglisce e mi dà l’energia per continuare”, ha aggiunto. “Per il futuro abbiamo indicato un programma che ha al centro un solo obiettivo: il lavoro”. Lo ha detto il riconfermato presidente della Giunta regionale della Campania Vincenzo De Luca, incontrando i giornalisti. “Finora abbiamo lavorato per raggiungere obiettivi storici”, ha proseguito De Luca.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette