“La Regione Campania e i commercialisti continuano ad essere al fianco del tessuto imprenditoriale regionale che rappresenta il ‘motore’ dell’economia locale. Il sostegno di risorse economiche e di consulenze per i programmi di spesa che utilizzano l’innovazione, le strategie commerciali, le relazioni con la clientela, i sistemi di gestione sono gli strumenti per aumentare la competitività delle micro, piccole e medie imprese artigiane e commerciali regionali”. Lo ha detto Vincenzo Moretta, presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli presentando il forum sui finanziamenti a fondo perduto a favore delle Mpmi nel settore dell’artigianato e del commercio che si terrà a Napoli mercoledì 22 gennaio alle ore 9,30 nella sala conferenze di Piazza dei Martiri, 30.

“La Regione Campania investe 25 milioni di euro per cofinanziare al 50% i programmi di spesa presentati da singole imprese artigiane o commerciali (in sede fissa o ambulante) e, in determinati casi, al 70% quelli presentati da aggregazioni di imprese”,  ha sottolineato Concetta Riccio, consigliere delegata dell’Odcec di Napoli.

“I programmi devono essere finalizzati all’ammodernamento e riqualificazione delle attività artigianali e commerciali, allo sviluppo di lavorazioni innovative e di ampliamento delle attività artigianali – ha aggiunto -, nonché  al rinnovamento delle dotazioni strumentali delle imprese commerciali ambulanti. Spicca l’ammissibilità di spese per consulenza specialistica e di capitale circolante fino al 35% di ciascun programma di spesa”.

All’incontro parteciperanno Antonio Marchiello (assessore alle attività produttive della Regione Campania), Mario Mustilli (presidente di Sviluppo Campania), Monica Palumbo (presidente della Commissione Agevolazioni Finanziarie), Sergio Tanga (dirigente di Sviluppo Campania), Antonio Esposito e Giuseppe Tambone (segretario e coordinatore scientifico della Commissione Agevolazioni Finanziarie), Maria Cristina Gagliardi e Patrizio Carbone (vicepresidenti della Commissione Agevolazioni Finanziarie).

Lo Smi: ‘L’ipotesi di spostare le guardie mediche negli ospedali un danno assistenziale per i cittadini ed aumento delle aggressioni’

Notizia Precedente

Napoli, cambio alla direzione del carcere di Poggioreale

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..

Altro Economia