Ottimo esordio stagionale per Eyob Faniel. Il poliziotto azzurro vince la mezza maratona di Siviglia con il tempo di 1h00:44 e migliora il primato personale di nove secondi, diventando il terzo italiano di sempre a 24 secondi dal record nazionale. Soltanto in una gara del passato si era corso piu’ forte di cosi’: a Milano nel 2002 quando Rachid Berradi (1h00:20) e Marco Mazza (1h00:24) siglarono i primi due tempi azzurri alltime. Il 27enne vicentino di origine eritrea, allenato da Ruggero Pertile, era reduce da tre settimane di allenamento in altura a Kapsabet, in Kenya, e la gara di oggi era da considerarsi un test in vista della maratona che correra’ il 23 febbraio, sempre sulle strade di Siviglia. Intanto conferma quanto di buono aveva mostrato il 31 dicembre con la vittoria a sorpresa nella BOclassic di Bolzano. L’azzurro, nella nebbia di Siviglia, straccia il record della corsa: nella seconda meta’, al passo di 2:52 al km, conduce la gara insieme all’etiope Kahsay Atsbeha Kasa (1h00:46) e lo precede nella volata finale, staccando l’altro etiope Agunafr Bekele (1h01:35). Nella stessa prova, quarto posto per l’altro italiano Yassine El Fathaoui con il tempo di 1h05:18. “Non sono del tutto soddisfatto perche’ mi aspettavo di fare il record italiano – le parole di Faniel – ma dopo il quinto chilometro ho iniziato a sentire una contrattura al bicipite destro e non ho potuto spingere come volevo. Nonostante questo ho controllato bene la gara, la condizione c’e’ e ho corso con sensazioni ottime: significa che stiamo andando nella giusta direzione per la maratona del 23 febbraio, nella quale cerchero’ lo standard per l’Olimpiade di Tokyo.

Calcio: Eriksen domani a Milano, visite e firma con Inter

Notizia Precedente

Fatto brillare al largo della Costiera Amalfitana la bomba della seconda guerra mondiale

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..

Altro Sport