Seguici sui Social

Attualità

Arriva il taglio del cuneo fiscale per 16 milioni lavoratori: 100 euro al mese in più in busta paga fino a 28 mila euro

Pubblicato

in

 “L’accordo con i sindacati sul taglio del cuneo fiscale con cui alzare i salari netti per 16 milioni di lavoratori con redditi medio bassi è molto positivo – ha commentato il ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri -. Aumentiamo gli attuali 80 euro a 100 euro netti in busta paga per tutti gli attuali percettori del bonus fiscale ed estendiamo il beneficio ad altri 4,3 milioni di lavoratori dipendenti che fino a oggi ne erano esclusi. E’ il primo tassello di una più ampia riforma fiscale con cui il governo vuole sostenere lavoro e crescita in una logica di equità”. “A dispetto di quanto una certa propaganda ha sostenuto – ha sottolineato il presidente del Consiglio Conte – questa misura è la prova che la nostra manovra economica riduce davvero le tasse per famiglie e lavoratori”. Positivo il giudizio delle sigle sindacali che hanno parlato di “primo passo importante”, anche se la Cgil chiede di estendere il provvedimento sul cuneo fiscale oltre i 40 mila euro l’anno e a tutti i lavoratori e pensionati. “L’accordo con i sindacati sul taglio del cuneo fiscale con cui alzare i salari netti per 16 milioni di lavoratori con redditi medio bassi è molto positivo – ha commentato il ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri -. Aumentiamo gli attuali 80 euro a 100 euro netti in busta paga per tutti gli attuali percettori del bonus fiscale ed estendiamo il beneficio ad altri 4,3 milioni di lavoratori dipendenti che fino a oggi ne erano esclusi. E’ il primo tassello di una più ampia riforma fiscale con cui il governo vuole sostenere lavoro e crescita in una logica di equità”. “A dispetto di quanto una certa propaganda ha sostenuto – ha sottolineato il presidente del Consiglio Conte – questa misura e’ la prova che la nostra manovra economica riduce davvero le tasse per famiglie e lavoratori”. Positivo il giudizio delle sigle sindacali che hanno parlato di “primo passo importante”, anche se la Cgil chiede di estendere il provvedimento sul cuneo fiscale oltre i 40 mila euro l’anno e a tutti i lavoratori e pensionati. 

Continua a leggere
Pubblicità