Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Quartieri di Napoli

Prosegue la crisi dei rifiuti a Napoli, persistono i cumuli di immondizia in strada: le foto del degrado e dell’inciviltà

Pubblicato

in



Napoli. “Continuano a pervenirci decine di segnalazioni circa la presenza di cumuli di rifiuti lungo le strade di Napoli. Un problema che attraversa trasversalmente l’intera città, dal centro storico alle periferie, passando per quartieri come l’Arenaccia che vivono una situazione particolarmente critica. La presenza dell’immondizia incide negativamente anche sulla circolazione dei pedoni e dei disabili che vedono i marciapiedi ristretti a causa della presenza dei rifiuti e si trovano costretti a procedere lungo la sede stradale con il rischio di essere investiti da un mezzo di passaggio. Diverse persone che hanno incrociato i mezzi della nettezza urbana hanno chiesto la ragione per cui gli operatori si limitano a raccogliere esclusivamente la spazzatura presente nei contenitori, gli è stato risposto che i cumuli in strada non sono di loro competenza. Se le cose stanno così l’Asia invii delle squadre a bonificare anche i marciapiedi perché, allo stato attuale, siamo di fronte ad una vera e propria bomba ecologica”. Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Al di là dei cumuli c’è da fare i conti con chi cavalca la crisi per dare sfogo alla propria inciviltà, sversando altri tipi di rifiuti in prossimità dei cumuli di immondizia. Un modo di fare vergognoso che aggrava ulteriormente la situazione. A tal proposito ribadiamo la necessità di intensificare la videosorveglianza delle strade, attraverso l’installazione di nuovi dispositivi”.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Napoli

Coronavirus, mancano i dispositivi: chiuse 4 scuole a Napoli

Pubblicato

in

Coronavirus, mancano i dispositivi: chiuse 4 scuole a Napoli. Il Presidente quarta municipalita’, rassicurati che a breve la consegna.

 

“Abbiamo avuto rassicurazioni dal Comune di Napoli che provvederanno a consegnare i dpi entro pochissimo tempo, probabilmente gia’ domani”. Giampiero Perrella, presidente della Quarta municipalita’, spiega che appena avverra’ la consegna saranno riaperte le 4 scuole che sono state chiuse per mancanza di Dpi e segnaletica orizzontale e verticale antiassembramento. Una mancanza, unita al diniego del personale di Napoliservizi di rilevare la temperatura, che ha spinto la Municipalita’ a chiudere 4 istituti: due sono scuole dell’infanzia la Beltramelli e la Chiara d’Assisi, due asili nido Bice Zona e Partenope.

La decisione e’ maturata in seguito a un sopralluogo “all’esito del quale e’ stata riscontrata l’assenza dei dispositivi di sicurezza e del personale preposto, come invece era stato assicurato dal Comune centrale solo pochi giorni fa”. Lo scorso venerdi’, come ha spiegato Perrella, “in una riunione al Comune, ci era stato assicurato che sarebbe arrivato tutto l’occorrente entro l’apertura”. “Ma siamo gia’ di fronte a un ritardo – sottolinea – considerando lo slittamento dell’avvio dell’anno scolastico. Non si puo’ arrivare al 28 senza avere l’occorrente per far partire la scuola, in violazione delle normative anti covid”.

“Siamo purtroppo in tanti a trovarci in questa situazione – aggiunge – non solo noi della Quarta municipalita’, ma anche in altre”. Tra le altre cose, come ha evidenziato Perrella, “poiche’ in Consiglio comunale non e’ stata approvata la delibera per l’assunzione di maestre, ci hanno mandato meno maestre”. Come conseguenza “abbiamo dovuto ridurre da 4 a 3 le sezioni nei plessi”. “Non comprendiamo, inoltre – prosegue – il diniego personale Napoli Servizi che si e’ rifiutato di effettuare la sanificaizone e rilevare le temperature”.

“Dobbiamo usare la massima cautela per garantire la sicurezza alla salute – conclude – e’ inammissibile che nonostante ci sia stato tempo a disposizione si debba arrivare al giorno dell’apertura senza che la consegna dei materiali sia avvenuta”.

Continua a leggere



Cronaca Napoli

Napoli, assembramenti in via Mezzocannone: sanzionate 5 persone

Pubblicato

in

Napoli. Assembramenti in via Mezzocannone: sanzionate 5 persone.

Domenica notte gli agenti del Commissariato Decumani e dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in via Mezzocannone per segnalazioni di assembramenti in strada e musica ad alto volume.
Una volta sul posto i poliziotti hanno visto numerose persone che sostavano presso un bar e hanno sanzionato 5 di esse per il mancato rispetto del distanziamento sociale e perché non indossavano la mascherina.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette