Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Napoli e Provincia

Casalnuovo, scuola sporca: il sindaco aiuta le mamme a ripulire

Pubblicato

in



 Armato di guanti, scopa e disinfettante, il sindaco di Casalnuovo, Massimo Pelliccia, ha aiutato un gruppo di mamme a ripulire una scuola del territorio, sporca a causa dello stato di agitazione dei lavoratori del consorzio Manital. Pelliccia, che chiede l’intervento del Ministero, stamattina ha consegnato in tutte le scuole della città il materiale necessario per pulire, per poi unirsi ad alcune mamme per ripulire aule e banchi della scuola Viviani della frazione di Tavernanova. “Lasceremo le aule e tutti gli spazi puliti – ha detto Pelliccia – è un diritto dei lavoratori scioperare, ma e’ un diritto sacrosanto dei minori stare in un ambiente pulito. Il Ministero intervenga subito. Questa mattina ho consegnato in tutte le scuole il materiale necessario, quali detersivi, rotoloni e saponi per aiutare i dirigenti scolastici”. Lo stato di agitazione dei lavoratori del Consorzio Manital, che non percepiscono da mesi lo stipendio, sta creando non pochi disagi nelle scuole del territorio, dove vengono ripuliti solo i bagni ed alcuni locali. Alcune mamme avevano anche lamentato casi di ossiuri, e si erano rivolte al sindaco. Pelliccia ha annunciato che si unirà alla pulizia delle altre scuole del territorio laddove necessario.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Giovane gambizzato a Sant’Antimo per motivi di viabilità, il padre scrive a Mattarella

Pubblicato

in

Giovane gambizzato a Sant’Antimo per motivi di viabilità, il padre scrive a Mattarella: ‘Aiutateci a trovare colpevoli, anche lui è figlio dell’Italia”. In campo forze ordine e genitori.

 

“Voglio fare un appello, in primis al presidente della Repubblica il sig Sergio Mattarella, chi meglio di lui puo’ sapere cosa stanno passando i genitori di Gaetano, visto che lui ha subìto sulla propria pelle e sulla sua famiglia il dolore atroce. Poi mi rivolgo al primo ministro Giuseppe Conte sig. Ministro lei e’ un uomo del popolo e sa immedesimarsi in ogni cittadino italiano, Gaetano e’ un figlio dell’Italia. La prego non ci abbandoni”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Sant’Antimo, 21enne gambizzato per motivi di viabilità, la famiglia: ‘Aiutateci a trovare i colpevoli’ 

Queste le prime frasi di un appello che Lorenzo Barbuto Ferraioli , il papa’ del 21enne gambizzato alcuni giorni fa a Sant’Antimo  rivolge alle piu’ alte cariche dello Stato dopo la tragedia che ha colpito suo figlio: sei colpi d’arma da fuoco alle gambe, che ne hanno determinato l’amputazione. E tutto forse solo per motivi di viabilita’. Il papa’ del 21/enne si rivolge anche al Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese: “visto che rappresenta la sicurezza del nostro Paese”, ad “arrestare i criminali che hanno gambizzato Gaetano”.

L’uomo dopo avere chiesto il coinvolgimento della Polizia dello Stato e dei Carabinieri lancia una petizione: “Per ogni uomo delle forze dell’ordine o delle forze armate si aggiunga un genitore. Gaetano non e’ figlio solo di Lorenzo e Francesca, bensi’ del popolo santantimese, della citta’ di Napoli, della regione Campania e’ figlio dell’Italia intera. Mi rifaccio ad una frase di Peppino Impastato che disse: ‘La mafia e’ una montagna di merda’”.

Continua a leggere



Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Le Notizie più lette