Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Salerno e Provincia

Sarno, scippi in paese: identificato un uomo

Pubblicato

in



Sarebbe stato identificato l’autore degli sequenziali avvenuti lo scorso 10 novembre in diverse zone del paese. I della locale stazione, avviate le indagini a seguito della denuncia delle vittime, hanno acquisito le immagini delle  telecamere di videosorveglianza urbana. Un lavoro certosino che ha permesso di risalire a N.P. 29enne, soggetto già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti, di , ivi residente in via Casamonica, quale autore di tre aggressioni, verso altrettante donne, avvenute in via Roma, via Prolungamento Matteotti e II Traversa Matteotti. L’uomo, rintracciato e identificato, è stato a piede libero.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Ancora problemi a Sarno, fango a Episcopio: il sindaco chiede lo stato di calamità

Pubblicato

in

Ancora problemi a , fango a Episcopio: il sindaco chiede lo stato di calamità.

 

Ancora problemi a Sarno. Una nuova colta di fango nella zona di Episcopio. Il Coordinamento cittadino presieduto dal sindaco Giuseppe Canfora ha allertato tutti i socccorsi e ha chiesto al Governo lo stato di calamità. Lo ha fatto anche il parlamentare salernitano di Forza Italia, Gigi Casciello. “Nei giorni scorsi avevo gia’ presentato un’interrogazione parlamentare per chiedere immediatamente lo stato di calamita’ a seguito degli ingenti danni provocati dalla tromba d’aria che ha colpito la citta’ di Salerno. Ora chiedo che il provvedimento sia esteso a Sarno e alle zone gia’ colpite dalla terribile alluvione del maggio 1998 che provoco’ morti e disastri strutturali, come accadde anche a Siano, Bracigliano e Quindici”. ha spiegato il deputato salernitano di Forza Italia e tra i fondatori dell’Associazione Voce Libera.

Nel frattempo il sindaco Canfora ha disposto la chiusura delle scuole anche per la giornata di domani. Oggi ha effettuato un sopralluogo nei punti maggiormente colpiti dal maltempo. ma alcuni cittadini di svuotare immediatamente le vasche piene di detriti che blocca il passaggio dell’acqua…. “la paura è stata tanta l’acqua stava entrando nelle nostre case sembra di rivivere di nuovo quel brutto incubo del 98”.

“Occorre un programma urgente di reale pulizia dei canaloni e delle vasche di raccolta, ed e’ necessario un piano integrato di riassetto idrogeologico per le aree di Sarno e zone circostanti. Senza dimenticare che gli incendi degli ultimi mesi possono aver causato danni devastanti anche sulle colline del comune di Salerno, non a caso il tratto stradale di via Panoramica e’ ancora chiuso”, conclude Casciello.

Maggiormente colpita da precipitazioni e vento ieri e’ stata la regione Campania. Qui le squadre hanno svolto piu’ di 500 interventi. A Napoli gli interventi sono stati oltre 175, tra le zone di Pozzuoli e i comuni del litorale, con un potenziamento del dispositivo di soccorso di 38 unita’. A Caserta e Avellino gli interventi sono stati 210, la maggior parte per allagamenti e per il soccorso ad alcuni automobilisti bloccati nelle proprie vetture dal fango a Monteforte Irpino (Av). Particolarmente colpita la provincia di Salerno, dove si registrano frane nel comune di Castel San Giorgio dovute allo straripamento di un canale e allagamenti diffusi nel comune di Sarno. A Nocera Inferiore, Agri, Cava de’ Tirreni e Salerno sono stati istituiti ieri dei Centri Operativi Comunali per la gestione degli interventi in corso

Continua a leggere



Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Le Notizie più lette