“Il re degli inceneritori Salvini che lancia la sfida al signore delle ecoballe De Luca riporta alla mente il vecchio adagio del bue che da’ del cornuto all’asino”. Lo ha dichiarato la capogruppo del Movimento 5 stelle della Regione Campania Valeria Ciarambino. “Da un lato – ha proseguito Ciarambino – c’e’ un signore che ogni volta che mette piede in Campania annuncia di volerla riempire di inceneritori, promettendone almeno uno per provincia. Dall’altro un governatore che millanta di aver realizzato il 150% del programma, salvo aver smaltito meno del 5% delle ecoballe in cinque anni e di non aver messo in campo neppure una misura del piano rifiuti licenziato tre anni fa. La scelta e’ tra chi vuole continuare ad avvelenare la Campania, sostenuto dai vari i Caldoro, Carfagna e Cesaro, presunti difensori degli interessi dei propri conterranei, e chi, come l’attuale governatore e tutti gli uomini della sua corte, intende che permanga in eterno l’attuale stato di emergenza”. “E’ l’ennesima conferma che – ha sottolineato Ciarambino – come Movimento 5 Stelle, siamo l’unica vera alternativa al sistema messo in piedi dai vecchi partiti, che nel corso di decenni ha spalancato le porte a criminali, camorristi e affaristi che hanno fatto affari avvelenando la nostra terra e l’aria che respiriamo e uccidendo la nostra gente. Il nostro progetto punta a ottimizzare la gestione dei rifiuti, con una riduzione a monte, una raccolta differenziata spinta e un’economia circolare basata sul riciclo. Le uniche vere misure tese a salvaguardare l’ambiente e la salute di tutti noi e di superamento definitivo dello stato emergenza che da troppi anni subiamo in Campania”.

Contenuti Sponsorizzati