25.5 C
Napoli
sabato, Luglio 4, 2020

A Torre Annunziata si faceva anche la consegna di droga ‘baby’: una ragazzina riforniva i minorenni. I NOMI DEGLI ARRESTATI

Pubblicità

DALLA HOME

Le principali piazze dello spaccio erano attive a Torre Annunziata, Eboli e Messina, ma la droga veniva portata anche nelle carceri di Salerno e in quella di Lanciano. Nella piazza di Torre Annunziata era anche attivo il servizio baby. Una ragazzina portava la doga ai minorenni. Durante le indagini, andate avanti da febbraio a giugno dello scorso anno, i carabinieri hanno potuto individuare oltre 700 ipotesi di reato, con numerosi riscontri a carico degli acquirenti e l’arresto in flagrante di 12 indagati. A capo dell’organizzazione che naturalmente faceva riferimento al clan Gionta attraverso Paolo Morello, vi erano Giuseppe Morello, 44enne. Francesco Gallo di 22 anni e Salvatore Orofino. Oltre a loro quattro sono finiti in carcere anche Carmine Visiello, Lorenzo Conò,  Cristian De Angelis, Carlo Izzo, Benito Nasto, Marco Corsano, Roberta Somma, Modesto Portalupi e Pasquale De Luisa, Alessio Corsano Demetrio Sartori. Armando Danilo Clemente,.E infine il gruppo dei siciliani Vincenzo Annunziata, Vittorio Tamburella e Massimiliano Merlino. E’ quanto emerge dai risvolti dell’operazione che questa mattina ha portato i militari della compagnia di Torre Annunziata ad eseguire un provvedimento di misura cautelare a carico di 36 persone, 19 delle quali finite in carcere, sette ai domiciliari e altri nove al divieto di dimora, mentre per un’altra e’ stato disposto l’obbligo di firma. L’indagine ha permesso anche di ”disvelare – come sottolinea il procuratore della Repubblica di Torre Annunziata facente funzioni, Pierpaolo Filippelli – le diverse modalità di vendita dello stupefacente, principalmente mediante la consegna a domicilio o in luoghi convenzionali, previo contatto telefonico finalizzato a concordare, ricorrendo ad un linguaggio criptico e sfruttando per lo piu’ utente radiomobili intestate a persone inesistenti, qualità e quantità dello stupefacente oggetto della compravendita”. Ai domiciliari infine sono finiti Vito Coppola, Alessandro Montella, Virginia Lanzieri, Gerardo Simeone, Renato D’Arienzo, Veronica Morelli e Pasquale Clemente. Obbligo di dimora fuori dalle province di Napoli e Salerno invece per Maria Conò e Vincenza Carpentieri, Marianeve e Teresa La Feltra, e Teresa Mosca. Divieto di dimora a Boscoreale per Francesco Immobile, a Eboli per Gerardo Morello, Mario Ruggiero e Ciro Tortora. Obbligo di presentazione per Antonio Raiola.

Pubblicità
Pubblicità

I FATTI DEL GIORNO

NTFI-2020-Maria-Rosaria-Omaggio

NTFI: domani primo appuntamento in regione con ‘Ho ucciso i Beatles’ a Salerno e...

Domani domenica 5 luglio primo appuntamento in regione, al Duomo di Salerno, con Ho ucciso i Beatles - Atto unico per cantante, attore e...
maria-grazia-cucinotta-allischia-film-festival

Ischia global festival: al via la diciottesima edizione con maria Grazia Cucinotta

Al via Ischia global festival al via con Maria Grazia Cucinotta. Il 12 luglio la prima del film con attori nei giorni del lockdown.   Anche...
coronavirus nuovi casi italia

Coronavirus, lieve aumento di contagi e morti in Italia

Sono 235 oggi i nuovi contagiati da Coronavirus, in lieve aumento rispetto a ieri quando erano stati 223. Dei nuovi casi 95 sono stati...
coronavirus Campania

Coronavirus: in Campania oggi due pazienti positivi

Coronavirus: in Campania oggi due pazienti positivi a fronte dei 1492 tamponi, una persona dichiarata guarita.   Nella giornata di oggi sono due i pazienti risultati...
drive in droga boscotrecase

Scoperto a Boscotrecase il ‘Drive In’ della droga gestito da migranti: 4 arresti

A Boscotrecase, in un fabbricato rurale ubicato in via Colonna, i carabinieri di Torre Annunziaata hanno smantellato una piazza di spaccio gestita da 4...