Poliziotti uccisi a Trieste: ‘due ragazzi speciali’

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Due ragazzi speciali, avevano appena 30 anni”. Un agente della Questura si commuove e gli spunta qualche lacrima quando, rispondendo alle domande sui due poliziotti uccisi, precisa di conoscerli entrambi. Pochi istanti, poi non vuole aggiungere altro, si allontana in silenzio. I due agenti, freddati da un giovane cittadino dominicano psicologicamente fragile, si chiamavano Pierluigi Rotta e Matteo Demenego. Tragica ironia della sorte, sono stati uccisi proprio in Questura, questo pomeriggio. Rotta era agente scelto e aveva 34 anni, originario di Pozzuoli in provincia di Napoli. Proprio nel capoluogo campano il padre aveva lavorato come poliziotto prima di andare in pensione. Rotta aveva svolto l’incarico anche a Napoli prima di essere trasferito a Trieste. Matteo Demenego, originario di Velletri (Roma), aveva 31 anni ed era agente semplice, era diventato poliziotto con il 186/o corso allievi agenti ed era stato assegnato a Trieste il 24 settembre 2013. Demengo aveva compiuto gli anni pochi giorni fa, venerdi’ 27 settembre, era appassionato di balli latinoamericani che praticava regolarmente. Entrambi i poliziotti uccisi erano in servizio presso l’Upgsp.

 

(nella foto a sinistra Pierluigi Rotta a destra Matteo Demenego)



    LIVE NEWS

    Don Patriciello: “De Luca non mi ha dato la mano, ma l’avrei ignorato”

    Alla domanda se il governatore della Campania lo abbia...
    DALLA HOME

    Tragedia in Valtellina: morti tre giovani finanzieri

    Tragedia in Valtellina: 3 giovani finanzieri del Sagf perdono la vita durante un'esercitazione in montagna. Un'esercitazione di addestramento si è trasformata in tragedia questa mattina in Valtellina, dove tre giovani militari del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza (Sagf) hanno perso la vita precipitando da una parete rocciosa. I tre alpini,...

    ULTIME NOTIZIE

    TI POTREBBE INTERESSARE