Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Cronaca

Napoli, la mamma del ragazzo accoltellato al Vomero: ‘Basta, si è superato il limite’

Pubblicato

in



. In diretta su Radio CRC, è intervenuta la signora Marcella, mamma di Vincenzo, il ragazzo aggredito ed accoltellato al Vomero la notte tra sabato e domenica scorsi: “Per il momento il peggio è passato. La paura è stata tanta, ma fortunatamente è andata bene. Questa storia deve finire: deve esserci maggior fermezza nelle sanzioni. I ragazzi non possono uscire di casa con coltelli e pistole. Mio figlio è vivo per miracolo. Vincenzo ha perdonato quel ragazzo, perché ha un cuore grande. La famiglia dell’aggressore non si è scusata. I ragazzi vanno controllati prima che escano di casa, i genitori devono prendere maggiori precauzioni. In questa città non va più bene nulla; dove siamo finiti? La legge deve fare la sua parte. Mio figlio stava morendo, è terrorizzato, non dorme la notte a causa degli incubi. Al Vomero non vuole più tornarci. Sono davvero spaventata, oggi è con me, ma tre giorni fa era morto. L’aggressore proviene da Marano. Condivido ciò che ha detto il Comandante dei carabinieri: lasciate i coltelli. Le liti possono capitare, ma qui si è superato davvero il limite”. Il ragazzo ieri aveva raccontato a Il Mattino cosa è accaduto sabato notte: “Ero in compagnia di un gruppo di amici e ci trovavamo al Vomero, su via Merliani di fronte al Mc Donald’s dove stavamo scherzando tra di noi, senza dare fastidio a nessuno. A un certo punto, per giocare, ho dato una spinta ad un amico e lui, senza volerlo, è andato addosso a una ragazza. Non ho avuto neanche il tempo di parlare che il ragazzo che le si trovava a fianco, si è girato in malo modo e ha subito estratto un coltello. Mi ha insultato e ha cercato di colpirmi molte volte mentre io ho tentato di difendermi con le mani. C’è stata una colluttazione che è durata finché mi ha trafitto prima al braccio per due volte e poi alla nuca. Dopo avermi infilzato è fuggito tra la folla. Mi sono ritrovato completamente insanguinato e con i miei amici, ho chiesto aiuto alla polizia municipale che si trovava poco distante da dove ero stato aggredito. Vorrei che ci fosse una maggiore presenza di forze dell’ordine al Vomero perché c’è una quantità enorme di giovani e troppo spesso si sente parlare di aggressioni, risse o come è accaduto a me accoltellamenti. Una cosa è certa. Io al Vomero non ci tornerò più”.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Telefonini e droga sequestrati a un detenuto nel carcere di Salerno

Pubblicato

in

fuorni salerno

Telefonini e droga sequestrati a un detenuto nel carcere di Salerno.

 

Dopo il colloquio in carcere con madre e sorella minorenne, un detenuto e’ stato trovato in possesso di droga e telefoni cellulari E’ successo nel pomeriggio nel carcere di Salerno e a dare la notizia e’ il Sindacato autonomo polizia penitenziaria (Sappe). Il segretario della Campania, Emilio Fattorello, esprime in una nota “vivo apprezzamento per la sagacia e la professionalita’ dei poliziotti penitenziari in servizio”, e spiega che “dopo il colloquio, e prima di rientrare in cella, i poliziotti penitenziari del carcere hanno trovato, dopo una perquisizione nelle parti intime, alcuni grammi di cocaina ed hascisc, quattro telefoni (di cui due smartphone), sei cavetti con porta usb e sei piercing metallo bianco. Il detenuto e’ stato denunciato”.

Donato Capece, segretario generale del Sappe, ricorda che “la polizia penitenziaria e’ quotidianamente impegnata nell’attivita’ di contrasto alla diffusione della droga nei penitenziari per adulti e minori. Il numero elevato di tossicodipendenti richiama l’interesse degli spacciatori che tentano di trasformare la detenzione in business”.NNN

Continua a leggere



Cronaca Napoli

Maltempo, anche domani scuole chiuse a Napoli

Pubblicato

in

Maltempo: a scuole chiuse anche domani. Stop anche per cimiteri, parchi e impianti sportivi.

 

Scuole chiuse anche domani, a Napoli, a causa del maltempo. E chiusura anche per parchi, cimiteri, impianti sportivi cittadini. E’ quanto disposto dal sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, che ha firmato un’ordinanza. La decisione e’ scattata dopo la proroga dell’allerto meteo – criticita’ ‘gialla’ – dalle ore 6 di domani mattina alle 6 di domenica mattina diramata dalla Protezione civile della Regione Campania.

Nell’ordinanza sindacale si ricorda che “il Centro Operativo Comunale, prontamente convocato dal sindaco, in via permanente e continua, monitora la situazione cittadina e coordina gli interventi necessari a tutela della sicurezza della popolazione e della citta’ e che la Protezione Civile del Comune di Napoli e la Polizia Locale, con il personale tecnico del Verde Pubblico, delle Municipalita’, della Napoli Servizi e di tutti i soggetti presenti nel C.O.C. da subito hanno presidiato le zone piu’ colpite intervenendo per limitare i disagi alla viabilita’ e alla circolazione stradale”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Maltempo: in Campania allerta meteo arancione fino a sabato

“Pertanto, in via prudenziale, si e’ ritenuto di dover adottare anche per la giornata di domani sabato 26 settembre 2020 gli stessi provvedimenti della precedente ordinanza emanata per la giornata di oggi 24 settembre al fine di prevenire le situazioni di pericolo per la circolazione stradale e la sicurezza di tutti gli abitanti”, si sottolinea.

L’ordinanza dispone di “consentire l’accesso negli istituti scolastici ai dirigenti, al personale di supporto da loro individuato e/o al personale tecnico per ripristinare e riallestire gli spazi ai fini della riapertura delle scuole nonche’ per la ricognizione di eventuali danni subiti dalle strutture a causa degli avversi fenomeni odierni”.

 

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette