Computer fuori uso, rete internet disconnessa, archivi di documenti compromessi e migliaia di file cancellati o resi inutilizzabili. E’ un bilancio pesante quello dell’attacco hacker che ha preso di mira la sede della Provincia di Caserta, nell’area ex-Saint Gobain. Al momento tutte le attività informatiche sono bloccate e ci vorranno diverse ore per valutare sia i tempi di ripristino che la misura dei danni effettivamente causati al sistema. All’apertura degli uffici, questa mattina, i dipendenti hanno trovato i propri documenti digitali criptati ed inutilizzabili a causa di quello che dai primi elementi sembra un classico quanto efficace e massivo attacco “ransomware”, come lo chiamano gli esperti.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati