Napoli. Monta la polemica da parte di una sigla sindacale della guardie giurate dopo le dichiarazioni del del direttore generale dell’Asl Napoli 1, Ciro Verdoliva sull’uso delle “body cam” e delle telecamere di bordo alle ambulanze per arginare le aggressioni agli equipaggi. Giuseppe Cuccurullo Segretario generale del Si.na.l.v. ha scritto in una nota: “L’ingegnere Verdoliva direttore generale Asl Napoli 1 dice che non crede alla militarizzazione dei servizi con scorte armate di guardie private però è il primo ad usufruirne visto che da quanto si è insediato si sposta con l’ auto della vigilanza privata Security Service con guardia armata al suo fianco che conduce l’ auto. Mi sembra quel famoso proverbio fate quello che dico ma non quello che faccio.Con tante auto nuove di rappresentanza dell’Asl Napoli 1 e autisti pagati per quella mansione il Verdoliva preferisce militarizzarsi e uscire scortato.
La notte scorsa un altro esagitato ha cercato di malmenare un infermiere al pronto soccorso del San Giovanni bosco ma la pronta reazione delle guardie particolari giurate ha scongiurato il peggio è il tutto si è risolto senza danni ma solo un gran chiasso.

 Carlo Landolfi

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati