Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Salerno e Provincia

Nuova accusa per il nonno orco: avrebbe abusato anche dell’amichetta della nipote

Pubblicato

in



Roccapiemonte, . Nuove accuse nei confronti di un settantenne di Roccapiemonte, condannato lo scorso giugno a 12 anni di carcere, per abusi sulla nipotina e la sua amica, entrambe minorenni. Secondo una nuova indagine il nonno orco avrebbe abusato anche di un’altra bambina: la sorellina di una delle due vittime che all’epoca dei fatti aveva 8 anni.

Continua a leggere
Pubblicità

Campania

Regionali Campania: a Salerno va a votare vestita da sposa

Pubblicato

in

Regionali Campania: a va a votare vestita da sposa.

Regionali Campania: in provincia di Salerno una curiosa storia, che ha visto una donna andare al seggio elettorale vestita da sposa. Il matrimonio pochi minuti prima.
Si sposa in chiesa poi va subito a votare. Senza nemmeno cambiarsi d’abito. È successo in provincia di Salerno, a Sassano, dove in un seggio elettorale una donna si è presentata letteralmente vestita da sposa.

Una giovane ragazza infatti si era unita in matrimonio solo pochi minuti prima poi, invece delle foto d’ordinanza e del pranzo con gli invitati, si è subito diretta al seggio elettorale per votare. Tra lo stupore delle persone presenti e degli scrutatori, che si sono visti entrare i due sposi mano nella mano proprio come se fossero in chiesa.

Entrambi, però, hanno voluto adempiere al proprio dovere elettorale. In quale veste, poi, non importa.

Continua a leggere



Salerno e Provincia

Salerno, San Matteo, la veglia al posto della processione

Pubblicato

in

, San Matteo, la veglia al posto della processione

 

Salerno. La celebrazioni per San Matteo, il Santo patrono di Salerno, non prevedono oggi la tradizionale processione per le strade della città. “È la seconda volta nella storia che la statua di San Matteo non varca le porte del suo duomo per abbracciare i salernitani. Qualche storico ricorda che avvenne nel 1917, anno di un furente nubifragio che lasciò il patrono tra le mura della cattedrale. Oggi, 21 settembre, un giorno sacro per i salernitani. Il parroco della cattedrale, don Michele Pecoraro, ha avuto l’idea di tenere una sorta di processione virtuale, una veglia che avrà inizio alle 18.30 e sarà suddivisa in quattro momenti, gli stessi che scandiscono il corteo religioso. Si pregherà la Madonna, così come si sarebbe fatto davanti all’Annunziata, la più salernitana delle chiese cittadine. E poi si pregherà per gli ammalati, gli uomini che vivono in mare e di mare, gli amministratori. Presiederà l’arcivescovo Bellandi, che lo scorso anno visse per la prima volta, con entusiasmo, quella che per i salernitani è la festa delle feste.
Non è mancato l’approfondimento sulla figura di Matteo e sulla relazione della città con il patrono, non sono mancati momenti culturali e artistici. Ieri sera, nel quadriportico del duomo, si è tenuto il V Premio San Matteo, assegnato a quattro personalità che hanno dato onore alla città: Enzo Todaro, decano dei giornalisti salernitani, il docente Alberto Granese, il musicista Espedito De Marino, l’avvocato Tommaso Maria Ferri, presidente della Fondazione Rachelina Ambrosini. E sarà così anche stasera.

Programma nel dettaglio: si celebreranno le messe alle 6.30, alle 8 e alle 9.30, mentre alle 11 si terrà il Solenne Pontificale presieduto dall’arcivescovo Andrea Bellandi. Alle 18.30, la veglia di preghiera e, alle 20.30, la santa messa conclusiva.

 

Continua a leggere



Le Notizie più lette